»  »  » 
Visitare Roma in 2 - 3 giorni

Visitare Roma in 2 - 3 giorni

Roma non ha bisogno di molte presentazioni, in questa guida scopri cosa visitare a Roma in 2/3 giorni con mappa e percorsi da fare.
- ADVERTISING -

Dopo aver elencato cosa non ti puoi proprio perdere di Roma qui vogliamo approfondire la visita di Roma. Visitare Roma in 2-3 giorni è possibile, basta essere disposti a camminare parecchio tra le vie cittadine. Qui di seguito viene proposto un itinerario che condurrà a visitare tutti i luoghi più famosi e suggestivi della città eterna.

Piazza di Spagna A Roma

1° giorno a Roma

Per vivere appieno l'atmosfera Romana, e risparmiare, è meglio soggiornare in una casa vacanza qui puoi vedere gli annunci di case vacanza a Roma inseriti direttamente dai Romani. 
Appena giunti a
Roma (si consiglia di buon mattino, visto che le cose da fare e vedere sono veramente molte) si può cominciare la visita della città partendo da una delle piazza più famose, ovvero Piazza del Popolo, dove si può visitare la splendida chiesa di Santa Maria del Popolo.

Piazza Del Popolo - Foto: L. Fantasia Flickr

Nella piazza fa bella mostra anche l’Obelisco Flaminio, uno dei vari obelischi disseminati per la città. Da qui si consiglia di prendere la Via del Corso fino a giungere alla famosissima Piazza di Spagna con la suggestiva scalinata e Trinità dei Monti.

La scalinata di Piazza di Spagna - Foto: Eriko Flickr

Arrivati in cima alla scalinata ci si può incamminare lungo Via Sistina ed in breve si arriverà in Piazza Barberini dove spicca la suggestiva fontana del Tritone.

Piazza Barberini - Foto: G. Moscato Flickr

Il giro turistico prosegue in direzione Via Quattro Fontane e da cui si incamminerà alla volta del Palazzo del Quirinale.
Una volta giunti al Quirinale sarà semplice raggiungere la più celebre fontana romana, immortalata in vari film famosi, ovvero la
Fontana di Trevi.

Qui l’afflusso dei turisti è sempre notevole e se si vuol godere di una visione ancora più splendente si consiglia di ammirarla di notte, quando viene illuminata sprigionando tutto il suo fascino. Soffermarsi ad ammirare la Fontana di Trevi può essere anche l’occasione per riposarsi un po’ prima di incamminarsi nuovamente alla scoperta delle meraviglie di Roma. Ancora un po’ di strada e si giungerà dinnanzi ad uno degli edifici più interessanti della città, ovvero il Pantheon che si affaccia in Piazza della Rotonda.

Da qui Piazza Navona non dista molto e conviene visitarla se non altro per la magnifica Fontana dei Quattro Fiumi progettata dal Bernini. Sempre a Piazza Navona si affaccia la Chiesa di S. Agnese in Agone e se la si trova aperta si possono spendere alcuni minuti per visitarla.

Piazza Navona

Il giro turistico potrà proseguire lungo Via dei Coronari per condurvi fino a Castel S. Angelo che rappresenterà una visita davvero interessante.

Giunti sul terrazzo panoramico dominato dall’Angelo si potrà godere di una magnifica visuale su S. Pietro e volendo ci si potrà rinfrescare con una bibita nel bar presente nel castello.

Per cena si consiglia di fermarsi in uno dei tanti ristoranti di Roma o in una delle tante trattorie ed assaggiare le specialità romane come ad esempio gli spaghetti all’amatriciana, la coda alla vaccinara, l’abbacchio ed i carciofi alla romana, giusto per citare alcune ricette tipiche.

Se non si è troppo stanchi si consiglia di passeggiare ancora un po’ per le vie del centro, le quali con l’illuminazione notturna acquistano ulteriore fascino.

Il tour proposto è lungo circa 5km a piedi qui puoi vedere la mappa e percorso da fare

2° giorno a Roma

Alzarsi di buon ora è sempre consigliato, visto che le cose da vedere sono molteplici! Il giro può cominciare da Corso Vittorio Emanuele in direzione Campo de’ Fiori, dove si potrà girovagare un po’ per il famoso mercato. Da qui ci si sposterà verso Via dei Giubbonari percorrendo le strette vie che formavano il Ghetto ebraico, quindi si passerà di fronte alla Sinagoga, all’Isola Tiberina e si passeggerà un po’ lungo Trastevere.

Campo de’ Fiori - Foto: L. Fantasia Flickr

Una volta giunti in Piazza Belli si consiglia di visitare la bella Basilica di Santa Maria in Trastevere, quindi proseguire lungo Via della Lungaretta fino a raggiungere il Foro Boario da dove si gode di una suggestiva visuale sulla città.

Qui c’è da visitare la famosa Bocca della Verità e la Basilica Paleocristiana di Santa Maria in Cosmedin, dove all’interno particolarmente degni di nota sono degli antichissimi mosaici.

Bocca Della Verità

A due passi c’è il Circo Massimo ed in breve si raggiunge il Colosseo. Visitare il Colosseo richiederà una lunga attesa, ma una volta dentro, ascoltando le spiegazioni della guida, sembrerà veramente di tornare indietro nel tempo, agli antichi fasti della gloriosa Roma.

Finita la visita al Colosseo ci si potrà incamminare in direzione Fori Imperiali, oppure si può optare per una deviazione, rimandando la passeggiata tra i Fori Imperiali di un’oretta, dirigendosi verso la Chiesa di S. Pietro in Vincoli dove si può ammirare lo splendido Mosè realizzato da Michelangelo.

Fori Imperiali - Foto: G. Mirabelli Flickr

Incamminandosi verso Via Cavour si oltrepasserà la Basilica di S. Maria Maggiore in Esquilino, chiesa molto bella e sicuramente degna di una sosta; non molto distante si scorgerà la Colonna Traiana ed i resti dei Fori Imperiali.

La giornata si può concludere ancora una volta con una cena a base di piatti tipici, optando per una delle tante trattorie del centro.

Il tour di questo 2° giorno è lungo circa 5km qui puoi vedere mappa e percorso a piedi da fare

3° giorno a Roma

Molte delle bellezze di Roma sono state già viste, ma di certo non può mancare una visita a Piazza S. Pietro, alla Basilica di S. Pietro e se ci si procura in tempo i biglietti, agli stupendi giardini del Vaticano ed ai Musei. I Musei Vaticani sono indubbiamente i più conosciuti e visitati di tutta la città.

Piazza S. Pietro - Foto: A. Di Capua Flickr

Essi si trovano all’interno della Città del Vaticano, a ridosso di San Pietro, e al loro interno sono esibite opere risalenti ad oltre 500 anni fa, ovvero dall’avvento del primo papa. Il plurale che identifica i musei è dovuto al fatto che la visita è suddivisa in una parte museale mentre l’altra mostra alcune stanze dei Palazzi Vaticani.

Se non si soffre di vertigini e nemmeno di claustrofobia, si consiglia di salire fin su in cima al cupolone della Basilica di San Pietro da cui sarà possibile ammirare un paesaggio veramente mozzafiato e sembrerà di abbracciare tutta Roma con lo sguardo.

Se alla fine della giornata rimane ancora tempo disponibile, spostandosi con la metropolitana in una zona un po’ più periferica si consiglia di andare a visitare la Basilica di S. Giovanni in Laterano, magnifica chiesa ex sede papale.

Il viaggio nella città eterna si può concludere così, ma certo, in una capitale stupenda come Roma di cose da vedere ce ne sarebbero molte altre, in particolare i musei ed i mercati tipici.

Scarica gratis la Guida in pdf su Roma

App da scaricare per visitare Roma

Muoversi a Roma: App ufficiale di muovi.roma.it che informa non solo i turisti ma anche i cittadini e i pendolari sulla mobilità pubblica Android - IOS

Viaggia con Atac: Sempre a portata di mano le informazioni sul trasporto pubblico Android

Archeo Roma: il patrimonio archeologico della città a portata di mano Android - IOS

iDotto Roma:  guida vocale GPS intelligente, con mappa turistica e navigatore offline, per la tua visita a Roma Android - IOS

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -