»  »  » 
Vedere Roma, ecco cosa non ti puoi perdere

Vedere Roma, ecco cosa non ti puoi perdere

Vacanza o visita a Roma? Ecco cosa vedere a Roma e quello che proprio non ti puoi perdere della Città Eterna
- ADVERTISING -

Roma è sicuramente una delle città italiane più suggestive e visitate di tutto il mondo. Chi decide di trascorrere qualche giorno in questa incantevole città potrà scoprire gli stupendi monumenti che rimandano ad un glorioso passato.
Qui di seguito vengono descritti brevemente i principali monumenti, chiese, musei e piazze da visitare a Roma.

Roma di notte - S. Pietro

Quasi tutte le testimonianze più importanti ed interessanti si trovano nel pressi del centro città e pertanto il consiglio che si dà è quello di muoversi con la metropolitana (orari e linee dela metro di Roma) e seguire a piedi le arterie storiche principali in modo da poter ammirare anche i più piccoli particolari.

Immergiti nell'atmosfera Romana

L’atmosfera che è in grado di regalare Roma è qualcosa di veramente unico, ecco perché ti invitiamo, almeno provare, a passare il tuo soggiorno in una casa vacanza, oltre al risparmio che si potrebbe avere, il motivo è il fatto che in questo modo potrai toccare maggiormente con mano quella che è la vita a Roma, camminare verso casa, andare a far la spesa nel supermercato vicino, conoscere i momentanei vicini romani.. un’esperienza sicuramente alternativa a quella che si potrebbe fare in un classico hotel.
In questa pagina abbiamo SELEZIONATO gli annunci di case vacanza a Roma inseriti direttamene dai proprietari che potrai contattare senza intermediari via e-mai l o telefono per chiedere la disponibilità d’affitto. 

Per vedere la Città Eterna al meglio, qui abbiamo realizzato la visita di Roma con tanto di mappa suddiva in 2-3 giorni.

Le 5 Piazze più famose di Roma da vedere

Le piazze di Roma rappresentano parentesi storiche, architettoniche e turistiche, che costituiscono una grande parte dell'atmosfera della "Città Eterna".

Piazza Navona

E’ tra le piazze più celebri ed affascinanti, dove nel periodo natalizio spuntano tante bancarelle con presepi ed oggetti legati al Natale. In essa fanno bella mostra tre fontane barocche: la Fontana dei Quattro Fiumi, del Bernini, la Fontana del Moro e la Fontana del Nettuno.

Piazza Navona - Foto: Sethgo Flickr

Piazza del Popolo

Prende il nome dalla Chiesa di Santa Maria del Popolo che custodisce delle preziose tele del Caravaggio. La sua forma ovale la caratterizza e si contraddistingue per l’obelisco che svetta del centro della piazza.

Piazza del Popolo - Foto: Marka Flickr

Piazza San Pietro

E’ la piazza più famosa di tutta Roma e sicuramente tra le più conosciute al mondo. Prende il suo nome dalla Basilica di San Pietro, martire cristiano, oltre ad essere uno degli apostoli di Cristo ed il primo Papa. Ogni giorno migliaia di fedeli si recano in visita alla piazza e alla Basilica, che naturalmente si trovano all’interno della Città del Vaticano.

Piazza San Pietro - Foto: P. Fernández Flickr

Piazza di Spagna

E’ molto scenografica e si presta bene come cornice per sfilate di moda o per girare degli spot, in quanto si trova ai piedi della celebre scalinata di Trinità dei Monti, uno dei simboli della città eterna.
Al centro della piazza fa bella mostra la Fontana della Barcaccia, progettata del Bernini e voluta in ricordo dell’alluvione del 1598 quando il Tevere straripò.

Piazza di Spagna - Foto: P. Williams Flickr

Piazza Venezia

Si trova tra via dei Fori Imperiali e via del Corso, nel cuore pulsante della città. E’ conosciuta soprattutto per l’altare costruito sulla tomba del Milite Ignoto, soldato sconosciuto caduto durante la prima guerra mondiale.
Su di un lato si affaccia il palazzo rinascimentale chiamato Palazzo Venezia, che fu di proprietà del papato e nel 1929, durante il periodo fascista, divenne la sede ufficiale del capo del governo; dal balcone infatti si affacciava Benito Mussolini per tenere i suoi discorsi. Oggi nell’edificio si trova un museo.

Piazza Venezia - Foto: Serguei Flickr

Le 4 Chiese più famose di Roma

A Roma ci sono numerose chiese (diverse centinaia), ma alcune tra tutte meritano di essere espressamente menzionate in quanto ben conservate o per il loro essere scrigni che raccolgono opere d’arte importantissime.

Discorso a parte bisogna farlo per la Chiesa di San Pietro in Vaticano, visitata ogni anno da milioni di fedeli; è sicuramente tra le Chiese più note e conosciute del mondo.

San Pietro

E’ indubbiamente la chiesa più conosciuta e visitata di Roma, anche se non rappresenta la sua cattedrale visto che questo titolo è assegnato alla Basilica di San Giovanni in Laterano. Spesso viene considerata la chiesa più grande del mondo, indubbiamente è imponente e maestosa ed altrettanto bella è la piazza antistante, terminata nel 1667. La chiesa fu costruita nel 1506, nel luogo in cui prima si trovava un’altra chiesa del IV secolo, voluta dall’imperatore Costantino I nel luogo in cui si trovava la tomba di San Pietro.

Basilica di San Pietro - Foto: Fornari Flickr

Nomi celebri hanno lavorato per realizzare questo capolavoro, tra tutti spiccano Bramante, Michelangelo e Raffaello. La piazza invece fu realizzata in un decennio di lavoro, ad opera del Bernini.

Degna di nota è anche la maestosa cupola che per le sue proporzioni e la sua bellezza è divenuta uno dei simboli della città eterna; misura 136 metri di altezza, 42 metri di diametro e ben 537 scalini per giungere sulla sua cima da cui si gode un paesaggio impareggiabile sulla città.

San Giovanni in Laterano

Molto ci sarebbe da dire riguardo a questa bellissima basilica attorno alla quale aleggiano leggende di personaggi noti, da Nerone all’imperatore Costantino. Fu la prima Basilica papale paleocristiana costruita ed ebbe sempre un ruolo di spicco, infatti ancora ai giorni nostri è la Cattedrale della Diocesi di Roma e contiene la cattedra papale, ovvero la Santa Sede.

San Giovanni in Laterano

Fino al XIX secolo vi furono incoronati tutti i Papi. Si trova in territorio italiano, ma è totalmente sotto la giurisdizione del Papato, compresi i vari edifici che la circondano (il Palazzo Pontificio del Laterano, il Palazzo dei Canonici, il Pontificio Seminario Romano Maggiore e la Pontificia Università Lateranense). 

San Paolo fuori le mura

E’ una della quattro chiese patriarcali di Roma; si trova in territorio italiano, ma rappresenta una zona extraterritoriale della Santa Sede. Per dimensione e magnificenza è la seconda chiesa dopo San Pietro e come quest’ultima il luogo in cui sorge è quello in cui avvenne la sepoltura del Santo, in questo caso non San Pietro ma San Paolo. Annessi alla basilica ci sono anche il monastero ed il chiostro.

San Paolo fuori le mura - Foto: Zhai Flickr

Il Pantheon

Sicuramente è tra i monumenti più famosi e visitati di tutta Roma. Ad oggi risulta ancora una chiesa consacrata dove si celebrano le messe e si svolgono numerosissimi matrimoni in uno scenario spettacolare che trasuda secoli di storia. Caratteristica alquanto particolare è la cima della cupola aperta.

Scropri Il Pantheon foto e storia

I musei da vedere a Roma

Roma, oltre ad essere un museo a cielo aperto, possiede anche centinaia di musei sparsi per tutta la città in cui vengono proposte argomentazioni completamente differenti.

Il sistema museale è suddiviso in “musei in Comune”, arte antica e medievale, arte moderna e contemporanea, gallerie d’arte, storia, scienza, tecnologia e letteratura.
Per ognuna di queste categorie si trovano numerose alternative in base alle proprie esigenze ed interessi.

Avendo poco tempo per visitare questa interessantissima città si consiglia di non perdere la visita ai Musei Vaticani, indubbiamente quelli più conosciuti e vistati ogni anno da oltre 4 milioni di visitatori.

Essi si trovano all’interno della Città del Vaticano, a ridosso di San Pietro, e al loro interno sono esibite opere risalenti ad oltre 500 anni fa, ovvero dall’avvento del primo papa.

Ville e Parchi da non perdere di Roma

La città di Roma, al suo interno e nelle sue immediate vicinanze, dispone di diversi parchi che circondano ville signorili.

Tra tutte quella più famosa è Villa Borghese che con 80 ettari di verde, giardini creati in diversi stili, laghetti, fontane, statue e diversi monumenti rappresenta la più conosciuta e frequentata della città.

Villa Borghese

All’interno del parco ci sono diversi edifici che ospitano alcuni musei, tra tutti il più noto è la Galleria Borghese; in quest’enorme spazio verde è stato allestito anche lo zoo cittadino, trasformato ormai da diversi anni in bioparco.

Fontane di Roma

In tutta Roma ci sono diverse fontane molto belle da vedere, solitamente si trovano al centro delle piazze ed hanno funzione decorativa; tra tutte una in particolare merita la visita, in quanto è tra i monumenti simbolo della città eterna, immortalata da innumerevoli scatti quotidiani da turisti provenienti da tutto il mondo.

Splendida di giorno e semplicemente fantastica di notte, completamente illuminata ha un fascino unico, ovviamente si sta parlando della Fontana di Trevi.

Fontana di Trevi - Foto: A. Hollenbo Flickr

E’ la fontana più grande tra tutte quelle presenti in città e la sua notorietà è legata anche al mondo del cinema; qui infatti furono girate scene indimenticabili di due grandi film come La Dolce Vita di Federico Fellini e Tototruffa 62, in cui Totò cerca di vendere un monumento nazionale come la Fontana di Trevi ad un turista.

I siti archeologici di Roma da vedere

La città di Roma trasuda secoli di storia ad ogni angolo, basta fare una passeggiata per il centro per rendersene conto, ma più di ogni altro luogo i Fori Imperiali raccolgono resti della Roma antica, con una concentrazione tale che non ha eguali nel mondo intero.

I Fori Imperiali

I Fori Imperiali costituiscono una serie di piazze monumentali che risalgono ad un periodo compreso tra il 46 a.C. ed il 113 d.C..

Durante il fascismo fu costruita una strada dritta che congiungeva piazza Venezia ed il Colosseo, tagliando a metà l’area archeologica. Veniva utilizzata per parate militari ed ancora oggi qui viene svolta la famosa parata in onore della festa della Repubblica, il 2 giugno.

Nel corso degli anni si è molto discusso se eliminare questa strada per riportare alla sua integrità il sito archeologico, oppure mantenerla, visto che risponde alle esigenze moderne del traffico e soprattutto rappresenta una passeggiata, unica e suggestiva, per qualsiasi turista che venendo a visitare Roma non può di certo non percorrerla con gran piacere.

Foro Romano

Anticamente, tra il X ed il VII secolo a.C., nella zona dove poi fu costruito il Foro Romano vi era una necropoli, in quanto tutta l’area era paludosa e inospitale. Solo verso il 600 a.C. si decise di drenare la zona, costruendo la Cloaca Massima e si fece anche la pavimentazione in tufo.
Il Foro Romano era il cuore pulsante di Roma, dove si svolgeva il mercato, oltre alla vita economica e politica della città. Tanti resti si possono ancora ammirare in questo luogo ricco di storia e cultura, come il Tempio di Vespasiano, l’arco di Settimio Severo, il Tempio di Saturno, etc..

Foro Romano

Terme di Caracalla

Sono un bellissimo e grandioso esempio di terme romane, volute dall’imperatore Caracalla e fatte costruire sul colle Aventino tra il 212 ed il 217. Potevano contenere fino a 1.500 persone a dimostrazione del fatto che furono pensate per la gente comune.
Al di sotto delle terme vi era un groviglio di cunicoli sotterranei che servivano per gestire le terme senza disturbare i visitatori, che così non si accorgevano della presenza degli uomini del servizio.

Terme di Caracalla - Foto: Gilardi Flickr

Il Colosseo

E’ divenuto il monumento simbolo di Roma, essendo l’anfiteatro più grande e famoso di tutta la città. Si è mantenuto praticamente integro fino ai giorni nostri ed oggi è uno dei monumenti che attira più turisti.

Scopri la Storia del Colosseo simbolo di Roma

Inizialmente era conosciuto come Anfiteatro Flavio, mentre il nome “Colosseo” si diffuse solo nel medioevo, per via della vicinanza alla statua del Colosso del Dio Sole. I lavori furono cominciati durante l’impero di Vespasiano, nel 72 d.C. e terminarono nell’80.

Questo grande anfiteatro divenne luogo privilegiato dove si svolgevano i giochi, tanto cari ai romani, dalle lotte tra gladiatori a rievocazioni di battaglie, dai combattimenti tra belve feroci a condanne a morte cruente (ad esempio sbranati da leoni e tigri).

Per l’inaugurazione si svolsero i giochi per ben tre mesi consecutivi! E’ un resto archeologico talmente importante che è inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità e dal 2007 fa parte delle “7 meraviglie del mondo moderno”.

Se non siete mai stati a Roma ecco cosa vi perdete!

Roma ha veramente molto da offrire (scarica gratis la nostra guida completa in pdf su Roma) quindi vogliamo finire questa ricca guida su Roma con una citazione che a nostro avviso racchiude la “potenza di Roma”:

“Ci si annoia talvolta a Roma il secondo mese di soggiorno, ma giammai il sesto, e, se si resta sino al dodicesimo, si è afferrati dall'idea di stabilirvisi.” (Stendhal, Passeggiate romane , 1829)

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -