»  »  » 
Gaeta: Da Serapo al Monte Orlando

Gaeta: Da Serapo al Monte Orlando

- ADVERTISING -

Gaeta… [Video] bellissima, antichissima… situata su un promontorio davvero insolito: basti pensare che se lo si guarda da Formia, o da Scauri, ossia dai paesi che restano all'interno del golfo che prende il nome da questa città, sembra di vedere il profilo di una tartaruga.

Il monte che fa da carapace è il Monte Orlando, che ospita un parco davvero ben curato, con molte specie protette sia di flora che di fauna, ad esempio sulle pareti di roccia a picco sul mare, nidifica il Falco Pellegrino. La costa è coperta di Macchia Mediterranea, con alcune specie rare.

La testa di questa particolarissima tartaruga invece è la città vecchia, con vicoli affascinanti, da sempre meta turistica dei grandi del passato, come ad esempio Giacomo Leopardi.

Ma con i personaggi illustri possiamo risalire fino in epoca romana, quando nel 345 a.C. venne inclusa nei possedimenti dell'impero, e divenne così un luogo di villeggiatura molto rinomato, frequentato da imperatori, ricchi patrizi romani, da consoli e da famosi senatori dell'epoca.

Abbiamo molti reperti relativi a quell'epoca, come ad esempio il Mausoleo che sorge sulla sommità di Monte Orlando di Lucio Munazio Planco, console romano e prefetto di Roma, generale di Giulio Cesare di Marco Antonio e di Ottaviano detto Augusto.
Il Monte Orlando è un promontorio alto 171 m s.l.m. Sul fianco del promontorio, a ridosso sul mare, c'è la cosiddetta Montagna spaccata, ovvero una serie di fenditure nella roccia a picco sul mare, particolarmente suggestive e visitabili anche direttamente dalla collina. subito prima è possibile ammirare la Grotta del Turco.

Monte Orlando è collegato con la terraferma tramite una striscia di terra leggermente collinare, e in quest'ultima parte del promontorio c'è il borgo, il quartiere moderno e, su di un fianco il porto civile e quello militare, mentre sul lato fuori dal golfo di Gaeta si estende la splendida ed esclusiva spiaggia di Serapo.

Il Parco Regionale Riviera di Ulisse ricopre quasi totalmente il monte. Il Monte, escluso il lato sud non è abitato ma è ricoperto da boschi, adibito a percorsi di ogni genere e per ogni passione: dal trekking alla mountain bike, dalle passeggiate ai percorsi salute.

C'è da specificare che il Parco Regionale Riviera di Ulisse a Gaeta inizia dal promontorio Villa Tiberio di Sperlonga e prosegue fino al Monte di Scauri includendo anche Gianola con il porticciolo Romano.

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -