»  »  » 
Villa Adriana e Villa D'Este, le maestose ville di Tivoli

Villa Adriana e Villa D'Este, le maestose ville di Tivoli

Villa Adriana e Villa D'Este scopri la storia e le foto di queste meravigliose ville di Tivoli.
- ADVERTISING -

Se hai deciso di fare una vacanza nel Lazio, non pui perderti anche una magnifica gita a Tivoli, sui Monti Tiburtini. Tivoli è nota soprattutto per le sorgenti di acque minerali sulfuree utilizzate fin dall'antichità e da molti turisti che ancora oggi si recano a Tivoli per godere dei benefici delle tante strutture termali.

Tivoli

Tivoli collocata ad est di Roma, sulle pendici occidentali dei monti Tiburtini e lungo il fiume Aniene, la città di Tivoli si affaccia come un magnifico terrazzo sulla Campagna Romana, raggiungibile da Roma in treno, in automobile o con le autolinee COTRAL percorrendo la Via Tiburtina o l’A24.

Villa Adriana, meraviglia del II sec d.c.

La maestosa Villa Adriana a Tivoli è uno dei numerosi siti italiani inseriti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità.
La Villa Adriana è un complesso eccezionale, voluto dall'imperatore Adriano, formato da edifici classici creato nel 2° secolo d.c. (117d.c.).

Villa Adriana - Foto: P.Bellini Flickr

Ciò che dà a Villa a Adriana questo grande valore è il fatto che in questo complesso si combinano i migliori elementi del patrimonio architettonico d'Egitto, Grecia e Roma mettendo, ancora oggi, in scena gli sfarzi dei luoghi del potere dell'antica Roma. 
Dista circa 30 km da Roma, era raggiungibile sia per mezzo della via Tiburtina che della via Prenestina, oppure navigando il fiume Aniene.

Villa Adriana - Foto: BockoPix Flickr

Le ville romane erano suddivise in ambienti secondo un schema ben definito, ma non ripetuto per Villa Adriana, infatti questa villa è formata da una serie di edifici collegati tra loro ciascuno con una funzione ben precisa:
l'edificio con tre esedre, il ninfeo stadio, l'edificio con peschiera, il quadriportico, le piccole terme, il vestibolo e il padiglione del pretorio.

Villa Adriana - Teatro Marittimo - Foto: P.Bellini Flickr

Se sei tra i 230.000 visitatori che ogni anno visitano questa struttura, entrando in Villa Adriana sicuramente rimarrai estasiata dal Pelice un enorme giardino  colonnato di forma quadrangolare con una piscina centrale utilizzato per le passeggiate.

Altra cosa degna di nota è la grande copertura a crociera della sala centrale nonostante il tempo e il crollo di uno dei 4 punti d’appoggio è ancora  in perfetto equilibrio. 
Ovviamente i luoghi da visitare all'interno di Villa Adriana sono tantissimi e tra questi ricordiamo:

  • l'Accademia,
  • lo Stadio,
  • il Palazzo imperiale,
  • la Sala dei filosofi,
  • il Teatro greco
  • la Piazza d'oro.

Villa Adriana si trova a Largo Marguerite Yourcenar, 1 - Villa Adriana - Tivoli (RM) - Tel: +39 0774 530203.
Per gli orari o il prezzo del bliglietto questo è il sito ufficiale: villaadriana.beniculturali.it

Villa d’Este e le sue meravigliose fontane

Anche questa villa è stata inserita dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. La sua fama è dovuta alle tante meraviglie artistiche che racchiude, in particolare ai numerosi giochi d’acqua, che insieme all’impronta mitologica che le caratterizza hanno il potere di trasportare il visitatore in una reggia d’altri tempi.

Villa D'Este

Voluta dal Cardinale Ippolito d’Este, figlio di Lucrezia Borgia ed Alfonso I d’Este, fu costruita nel 1550, su progetto di Pirro Logorio, al posto di un quartiere medioevale denominato Valle Gaudente.
Alla morte del fondatore la Villa rimase in possesso di Casa d'Este, passando successivamente agli Asburgo e nel 1918 allo Stato Italiano.

Villa D'Este - Foto: R.Hawke Flickr

Superato il cortile d’ingresso, in origine chiostro del monastero benedettino inglobato nel palazzo monumentale della Villa, si aprono alla vista magici esempi di giardini rinascimentali all’italiana. Il tutto è impreziosito da splendide fontane, alimentate dalle acque del fiume Aniene mediante una condotta passante sotto il centro storico.

Tra le più belle figurano:

  • la fontana dell’Organo, contenente un organo idraulico perfettamente funzionante;
  • la fontana del Nettuno, che presenta un torso incompiuto del dio posto in un nicchione parzialmente coperto da una ampia cascata d’acqua;
  • la fontana "scoppiettante" dei Draghi;
  • le tre Peschiere, utilizzate per l’itticoltura.

Molto particolari il viale delle 100 fontane, che si distende per cento metri con obelischi fiordalisi e zampilli, e la Grotta di Diana, ambiente riccamente decorato da stucchi, mosaici ed altorilievi con scene mitologiche.

Villa D'este

Anche il Palazzo presenta raffinati ed affrescati ambienti, come la sala dei Cardinali, la sala della Caccia o la sala del Trono che affaccia proprio sul terrazzo panoramico.

Villa Gregoriana e la sua grande cascata

Rinominata dal FAI dopo il restauro Parco Villa Gregoriana è un'area naturale di grande valore storico e paesaggistico. La villa, nota per la Grande Cascata, prende il nome da Gregorio XVI che nel 1832-35 fece eseguire all'architetto Clemente Folchi i "Canali Gregoriani" per incanalare e rendere così meno pericoloso il fiume Aniene.

Villa Gregoriana - Foto: marilena Flickr

Nel 1826 si era infatti verificata una disastrosa piena. Dallo sbocco di questi cunicoli il fiume Aniene precipita con un salto di 120 metri formando una grande e rumorosa cascata. Si giunge allo sbocco attraversando un folto bosco di alberi giganteschi, caratterizzato da scoscesi dirupi e sentieri rupestri, passando accanto ai ruderi della villa, di epoca romana, appartenuta a Manlio Vopisco.

La turbinosa massa d'acqua, incorniciata da queste bellezze naturali è superba ed affascinante. Nella parte centrale della Villa si trova il canale della Stipa, utilizzato in passato durante le alluvioni come uno dei bracci di sfogo dell'Aniene.

Il fiume, giunto alla Grotta di Nettuno e alla Grotta delle Sirene, ricca di stalattiti, viene inghiottito dalla roccia, per ricomparire magicamente più a valle.

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -