»  »  » 
Bellezze del Gargano, ecco cosa vedere a Peschici

Bellezze del Gargano, ecco cosa vedere a Peschici

Peschici è un piccolo comune di Foggia, rinomato per il turismo balneare e per il borgo antico guarda le foto e scopri cosa fare e vedere a Peschici
- ADVERTISING -

Peschici è un piccolo comune in provincia di Foggia, rinomato per il turismo balneare, fiorente grazie ad un mare cristallino ed affascinanti spiagge sabbiose sormontate da rocce bianche.

Peschici

Sopraggiungendo dalla strada lo si può riconoscere per la struttura caratteristica del paese, arroccato su di un dirupo a strapiombo sul mare, talmente bello e suggestivo che più volte ha ricevuto la Bandiera Blu.

Spiaggia Peschici - Foto: P. Nouhailler Flickr

Peschici si affaccia nell'incantevole baia del Gargano, dominata da imponenti promontori che strapiombano nel blu intenso del mare.
Le sue origini pare che risalgano al 970, quando l'imperatore Ottone I chiamò gli Slavi per liberare il Gargano dall'occupazione dei Saraceni, a confermare questa teoria anche il nome stesso "Peschici" che presenta una radice slava "pes" o pesc" con chiaro riferimento alla sabbia.

Il centro storico di Peschici, quello che non ti aspetti

La parte storica di Peschici è molto interessante da visitare, infatti si presenta come un groviglio di viuzze e stretti vicoli che salgono inerpicandosi su di un costone roccioso. Le case sono di un bianco accecante ed hanno la tipica cupola terminale invece del classico tetto.

Le suggestive viuzze di Peschici - Foto: F. taus Flickr

Ogni via è tempestata di piccoli negozietti che vendono souvenir per i numerosi turisti che ogni anno decidono di trascorrere le vacanze nel Gargano, uno dei luoghi più apprezzati della Puglia.

Peschici Il Borgo Antico - Foto: M. Masiero Flickr

La terracotta ed il legno sono tra le materie prime maggiormente utilizzate dagli artisti locali, immancabili poi sono le figure del pesce e dell'uccello contornati da motivi floreali; questi soggetti rappresentano i tipici simboli garganici.

Centro Storico Peschici - Foto: R. biscotti Flickr

Molto carini sono i trabucchi in miniatura, costruiti a mano da meticolosi personaggi che li vendono nei negozi o direttamente per le vie. I trabucchi ancora oggi si possono scorgere lungo la costa, ma da mezzi per la pesca sono divenuti per lo più luoghi caratteristici; molti sono stati trasformati in piccoli e graziosi ristoranti dove degustare ottimo pesce fresco.

Il Castello di Peschici

Sul culmine di un costone roccioso che strapiomba nel mare sorge il Castello dal quale si gode un panorama mozzafiato su un bel tratto della costa garganica.

Il Castello di Peschici a picco sul mare - Foto: P. Perotti Flickr

Sembra sia stato costruito nel X secolo dagli slavi chiamati per scacciare i saraceni ed in seguito tutta la popolazione si raggruppò nei pressi di tale struttura per godere di maggiore protezione da eventuali attacchi di nemici.

Castello visto dal Porto - Foto: F. Dini Flickr

Negli anni il Castello subì diversi rifacimenti, ma la porzione a piano terra è rimasta con la struttura originaria che ospitava le prigioni, il deposito dei cannoni e delle armi in genere.

Le segrete sono state restaurate e oggi al loro interno risiede un museo che espone antichi attrezzi usati da vari artigiani ed anche legati al lavoro domestico.
Inoltre periodicamente si tengono mostre temporanee di opere d'arte e non solo, ad esempio nel 2008 si potevano osservare strumenti di tortura usati nei secoli passati.

Prodotti tipici di Peschici

La gastronomia oltre ad avvalersi di eccellente pesce sapientemente cucinato alla griglia, può vantare prodotti di altissima qualità che vanno dall'olio d'oliva ai vini, senza dimenticare peperoncino ed aglio che sono un po' il fiore all'occhiello di tutta la regione.
Spostandosi di poco nell'entroterra si potrà godere del paesaggio collinare coltivato con piante di ulivo e viti dalle quali si ottengono questi eccellenti prodotti già menzionati; tra l'altro diverse aziende fanno vendita diretta di olio e vino che producono ed organizzano anche delle visite guidate nelle loro cantine e nei frantoi per scoprire come nascono queste eccellenze.

Video e le spiagge di Peschici da vedere

Peschici è molto apprezzata per il mare, anche se presenta poche spiagge attrezzate con ombrelloni e lettini in quanto la costa a tratti è alta e frastagliata.

Peschici Calalunga - Foto: F. Dini Flickr

Mare a Peschici Calalunga - Foto: F. Dini Flickr

Diverse calette sono raggiungibili solo via mare o dopo aver percorso sentierini in mezzo al verde della macchia mediterranea.

Mare di Peschici

Gli amanti delle immersioni qui trovano dei fondali fantastici, inoltre si può andare alla scoperta delle grotte.
Tutti i giorni, tempo permettendo, dal porto partono motonavi che navigando lungo la costa garganica fanno scoprire luoghi incantevoli. Di solito per il pranzo è prevista una sosta nella magnifica baia di S. Felice, circondata da una pineta che contrasta col blu delle onde che si infrangono a riva.

Trabucco da Mimì - Foto: Renzo Pastori Flickr

Grazie a cirovideo1 in questo video da vedere, è possibile vedere Marina di Peschici e le spiagge di Zaiana,Manaccora,e Calenella

L'escursione da fare alle Isole Tremiti

Una bellissima gita che si può effettuare in giornata prendendo comodamente la motonave direttamente dal porticciolo di Peschici è quella alla scoperta delle bellezze naturali ed architettoniche delle isole Tremiti.

Leggi anche: Isole Tremiti: le perle dell'Adriatico

Tutte le mattine partono le motonavi, all'incirca verso le 9:00, per raggiungere queste isole che fanno parte del Parco del Gargano e si trovano immerse in un'area marina protetta, istituita per tutelare la biodiversità di questo magnifico mondo marino.

La traversata in mare dura più o meno un'ora e mezza, ma risulterà sicuramente piacevole; il rientro di solito è verso le 17:30, soddisfatti di aver speso almeno una giornata alla scoperta di alcune perle dell'Adriatico.

Le Tremiti sono costituite da 4 isole principali:

  1. San Domino, magnifica dal punto di vista naturalistico, grazie alla presenza di un fitto bosco costituito da lecci e pini d'Aleppo;
  2. San Nicola, centro storico ed amministrativo del comune, è rinomata per i suoi monumenti che la rendono un autentico museo a cielo aperto, tra questi maggiormente degni di nota sono il Castello dei Badiali e l'Abbazia di Santa Maria;
  3. Capraia, è completamente disabitata e in gran parte rocciosa, ricoperta da una vegetazione bassa composta per lo più da arbusti;
  4. Pianosa, la più distante e rientrante nella zona di riserva integrale; a queste bisogna aggiungere il Crepaccio, di dimensioni talmente ridotte da essere considerato più che un isolotto uno scoglio in balia degli agenti atmosferici che lo logorano rapidamente tant'è che sarà destinato a scomparire.

Da vedere l'entroterra e la Foresta Umbra

Anche l'entroterra è molto interessante e merita almeno un'escursione alla scoperta dei faggi secolari della Foresta Umbra, uno dei gioielli naturalistici dell'Italia meridionale, con una varietà di specie vegetali e animali notevole.

Il suo nome deriva dal latino facendo riferimento al suo essere cupa, ombrosa, grazie alla presenza di alberi ad alto fusto, di cui alcuni anche centenari.

Foresta Umbra - Foto: M. Masiero Flickr

E' costituita per lo più da faggi, che sono una vera eccezione ad altitudini come queste, infatti sono delle piante che di solito crescono oltre gli 800 metri, mentre la Foresta Umbra raggiunge la sua massima altitudine proprio a 800 metri! Oltre ai faggi si trovano cerri, lecci, aceri, tassi ed un ricco sottobosco dove spiccano magnifiche orchidee.

Rappresenta ilpolmone verde del Parco Nazionale del Gargano ed è attrezzata con numerosi sentieri pedonali per immergersi nel verde e nel silenzio di una natura rimasta incontaminata. Per gustarsi a pieno questo ambiente un mezzo molto usato è la mountain bike, in sella alla quale si può andare tranquillamente alla scoperta di angoli remoti di questo paradiso terrestre.

Il giro può cominciare con la visita al Museo naturalistico, che funge anche da centro visitatori, dando informazioni e materiale illustrativo per capire ancora meglio questo ambiente.

Il museo è suddiviso in tre sezioni:

  1. una riguarda la flora garganica che si potrà conoscere grazie all'ausilio di pannelli luminosi,
  2. la seconda sezione tratta di archeologia ed espone manufatti litici del paleolitico e del neolitico,
  3. l'ultima stanza permette di osservare animali imbalsamati appartenenti alla fauna locale o che sosta nel Gargano durante la migrazione.

All'esterno c'è una sezione del museo che permette di conoscere da vicino la vita di un boscaiolo e le tecniche utilizzate dai carbonai per produrre il carbone.

Perchè passare una vacanza a Peschici 

Come avrai capito Peschici offre scenari unici tra spiagge e scogliere, un soggiorno in questa località saprà regalarti emozioni, e più di una vacanza una vera e propria esperienza offerta non solo dalle spettacolari spiagge ma anche dalla cultura sapori e tradizioni che si trovano a Peschici ma anche in tutta la Puglia! 
Per immergerti ancora di più nell’atmosfera Pugliese scegli un soggiorno meno “commerciale” optando per una struttura extra alberghiera nella pagina annunci case vacanza in Puglia oppure annunci case vacanza nel Gargano abbiamo selezionato vari annunci di case vacanza inseriti direttamente dai proprietari che puoi contattare direttamente via e-mail o telefono. 

 

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -