»  »  » 
Castello Aragonese di Taranto: Storia e Curiosità da sapere

Castello Aragonese di Taranto: Storia e Curiosità da sapere

Il Castello Arogonese di Taranto è uno dei simboli di Taranto ed è possibile visitarlo gratis tutto l'anno, qui la storia e curiosità di questo castello.
- ADVERTISING -

Tra le varie cose da vedere in Puglia, il Castello Aragonese di Taranto è certamente una di queste.
Il Castello infatti è una delle strutture più rappresentative della città di Taranto e indubbiamente una delle più imponenti.
Se ci si trova già in città non sarà difficile trovarlo, infatti se si guarda verso il mare è praticamente impossibile non scorgere la sua notevole mole.

Castello Aragonese

Si trova in posizione centrale nella città, praticamente sotto al famoso Ponte Girevole, struttura che collega l’isola artificiale del Borgo Antico con la terraferma ed il Borgo Nuovo.

Ponte Girevole Taranto - Foto: F.Tavera Flickr

Curiosità sul Castello Aragonese di Taranto

Ad oggi questa bella struttura è di proprietà della Marina Militare che comunque permette visite guidate in ogni giorno dell’anno e gratuitamente.
Le visite si svolgono nella mattinata e nel pomeriggio e consentono l’ingresso ad un massimo di 50 persone per turno. La visita guidata dura poco più di un’ora e consente di scoprire tutti gli angoli più suggestivi del castello, ascoltando aneddoti su di esso e fermandosi anche a vedere un filmato molto interessante con notizie sugli scopi dell’edificazione e sulle varie parti che lo compongono.

Castello Aragonese - Foto: simply Anto Flickr

La storia del Castello Aragonese di Taranto

Il Castello Aragonese è noto anche come Castel Sant’Angelo ed il suo primo nucleo è molto antico, risalendo all’anno 1000. A quell’epoca i Bizantini pensarono di costruire questa fortificazione per proteggersi dagli attacchi dei Saraceni che provenivano dal mare.

Alte e strette mura furono erette proprio a ridosso delle acque ed in seguito un canale navigabile fu costruito per consentire l’accesso a piccole imbarcazioni.
Nel 1486 Ferdinando II d’Aragona fece ampliare la costruzione e la modificò in modo tale che divenisse idonea per ospitare cannoni. In quel periodo storico assunse le sembianze che ancora oggi si possono ammirare, con torri basse e larghe.

Nel corso dei secoli si succedettero gli Asburgo, che fecero perdere importanza al castello, e Napoleone Bonaparte che invece riportò la struttura alla sua originaria funzione. Infine nel 1887 divenne sede della Marina Militare Italiana e le ultime modifiche apportate riguardarono la demolizione di alcune torri per permettere la costruzione dell’attuale canale navigabile e del Ponte Girevole.

Visita al Castello Aragonese

La visita al castello è gratuita. Appena entrati nel castello si può vedere un filmato che parla della storia della struttura stessa, dell’importanza che aveva un tempo e delle varie stanze che si potranno andare a visitare.
Subito dopo l’ingresso si può accedere alla cappella di S. Leonardo, riconsacrata nel 1933 dopo che nel corso dei secoli fu trasformata in corpo di guardia e stalla; in stile rinascimentale colpisce per la sua semplicità!

Questo castello nel corso di alcuni scavi archeologici ha regalato ritrovamenti di grande interesse, come ad esempio nel 2003 è stata esplorata la cripta, ed in mezzo ad un silos di terra si sono rinvenuti pezzi di ceramica datati XIII-XV secolo ed una moneta dell’epoca di Federico II.

La visita prosegue spostandosi nel cortile ed osservando i locali che un tempo ospitavano la caserma. Oggi nel cortile centrale ci sono gli uffici della Marina Militare.

I passaggi non sono sempre agevoli, visto che alcuni cunicoli si presentano particolarmente stretti, per cui è consigliabile calzare scarpe comode.

Lungo alcuni corridoi si possono ammirare vari reperti ritrovati durante alcuni scavi in città, come monete, gioielli, vasi, posate ed altri oggetti.

La camminata sulle mura esterne

Tra le parti più entusiasmanti da visitare c’è indubbiamente la camminata sulle mura esterne, da dove si gode un paesaggio incredibile sul sottostante mare azzurro. Questa è la parte del castello con un po’ di verde, forse la meglio tenuta e la più suggestiva, da cui si vede anche la struttura del Ponte Girevole.

Una delle sale più inquietanti è la sala delle torture, particolare per il grande buco che attraversa la volta. La spiegazione per questo foro centrale è semplice, aveva il compito di amplificare le urla dei torturati, per farle sentire bene anche a tutti gli altri prigionieri, in modo da terrorizzarli.

Tra torri e pertugi il Castello di Taranto regala sicuramente grandi emozioni e se ci si trova nei paraggi merita indubbiamente una visita per tuffarsi in un lontano passato.

Come arrivare al Castello Aragonese

Taranto è una città turistica che richiama soprattutto gente nel periodo estivo, grazie allo splendido mare che lambisce le sue coste.
Raggiungere questa città risulta agevole, in quanto dispone di un aeroporto, di una stazione ferroviaria e comode strade a scorrimento veloce, quali la superstrada Lecce-Taranto e l’autostrada del Sole Milano-Bologna-Canosa.
Anche se ben visibile dalla città l'indirizzo del Castello è: 
Piazza Castello, 4, 74100 Taranto (TA) per conoscere gli orari di visita puoi far riferimento al sito ufficiale www.castelloaragonesetaranto.it

Video del Castello Aragonese

Se vuoi vedere in anteprima quello che è il Castello Aragonese allora non perderti questo dettagliato video!

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -