Dove Sei Hotelfree.it - Directory hotel b&b - AppartamentiHome » Basilicata » Itinerari & Guide » La Montagna Grande di Viggiano, sci e natura per tutti

Directory hotel italia

Directory guide turistiche Basilicata

Turismo - Potenza da Vedere

guida turistica Potenza

La Montagna Grande di Viggiano, sci e natura per tutti

Itinerario La Montagna Grande di Viggiano, sci e natura per tutti

Viggiano è un piccolo comune di poco più di 3.000 persone in provincia di Potenza, noto per la costruzione di stupende arpe, per il culto mariano, per gli impianti sciistici e per i siti di interesse archeologico. Il territorio di Viggiano ormai da diversi anni è anche noto per la presenza di alcuni centri petroliferi dell’ENI, dove si tratta il petrolio estratto nel sottosuolo della Val d’Agri.


VIGGIANO CENTRO LEADER PER LA PRODUZIONE DI ARPE
Viggiano nel ‘700 era un centro noto per i musicisti girovaghi ed ancora oggi questa tradizione è vivida nell’antico borgo, organizzando ogni anno concorsi e concerti di musica classica e jazz.
I suonatori d’arpa di Viggiano sono talmente noti da essersi meritati un posto nel presepe napoletano e l’importanza per la costruzione di tale strumenti è talmente grande al punto che una facoltosa famiglia viggianese è la leadership in campo mondiale per la produzione delle arpe.


VIGGIANO E LA MADONNA NERA
Per i fedeli cristiani Viggiano rappresenta una meta di pellegrinaggio per venerare la Madonna incoronata nel 1991 da Papa Giovanni Paolo II, Regina e Patrona della Lucania. Secondo la tradizione la statuetta risale al XIII secolo e fu ritrovata da un gruppo di pastori sulla Montagna Grande di Viggiano, tra prodigiosi lampi luminosi.

Ogni anno la prima domenica di maggio la statua della Madonna viene portata nel Santuario del Sacro Monte a quota 1.725 metri di altitudine e ridiscende portata a spalla la prima domenica di settembre.
In occasione di questi festeggiamenti religiosi oltre a messe e processioni si svolgono manifestazioni laiche, come fiere con tante bancarelle, giochi per i bambini e concerti di musica che vedono la partecipazione di personaggi noti nel panorama della musica italiana. Negli ultimi anni ci sono state esibizioni di nomi noti come Angelo Branduardi, Alex Britti, Irene Grandi, Fiorella Mannoia e Ron.


PARCO NAZIONALE DELL’APPENNINO LUCANO - VAL D’AGRI - LAGONEGRESE
Questo parco nazionale è di recente istituzione e la sua creazione risale solo al 2007, anche se la necessità di tutelare questa interessante area naturalistica si era già sentita diversi anni prima. Si estende per quasi 70.000 ettari lungo l’Appennino lucano e al suo interno ricadono ben 29 comuni e 9 comunità montane.

Il parco viene suddiviso in base all’antropizzazione, così nella zona 1 il grado di antropizzazione è pressoché nullo e l’interesse naturalistico è grande, nella zona 2 l’interesse naturalistico è rilevante ma non più elevato ed infine nella zona 3 l’antropizzazione è elevata ed il livello naturalistico è scarso, rimane il valore paesaggistico, storico e culturale di grande rilievo.

L’area del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano – Val d’Agri – Lagonegrese protegge impervie vette come quella del Volturino e del Monte Pierfaone, ma anche dolci pendii come quelli della Maddalena. Il paesaggio è vario, passando dalle cime frastagliate ai prati di alta quota, con specie vegetali di rara bellezza.
Più in basso ci sono boschi misti di querce, faggi e conifere che offrono riparo a tanti animali come il lupo, il cinghiale, la volpe, l’istrice ed il tasso. In particolare bisogna segnalare la presenza della rara lontra, che ormai è difficilissimo incontrare lungo i corsi d’acqua italiani.


SPORT INVERNALI
Sulla Montagna Grande di Viggiano si è creata una moderna stazione sciistica con 3 piste per lo sci alpino, comprese tra i 1.400 ed i 1.600 metri di quota. Le piste presentano difficoltà tecniche differenti, permettendo ai più bravi di divertirsi e ai principianti di avvicinarsi a questo sport.
 Un impianto d’illuminazione permette di sciare anche dopo il calar del sole, inoltre gli appassionati dello sci di fondo possono divertirsi su un anello di 3 km che si snoda tra un suggestivo bosco di faggi. Nei pressi degli impianti di risalita c’è la possibilità di noleggiare sci, caschi, bob e slittini.
Le piste da sci della Montagna Grande di Viggiano sono collegate alle piste del Monte Volturino e percorrendo pochi chilometri è possibile sciare sulle belle piste della Ski Area Sellata-Arioso, ampliando le possibilità di svago e divertimento.

Se non si ama sciare si possono fare suggestive e tranquille passeggiate anche sulla neve fresca utilizzando le ciaspole che permettono col minimo sforzo di camminare su un copioso manto nevoso. In alternativa si possono fare delle belle passeggiate su carrozze trainate da cavalli, un’esperienza veramente unica a contatto con natura selvaggia.

Sia in inverno che in estate è possibile visitare il Museo del Lupo, dedicato al più accattivante predatore presente in questi luoghi. Si trova nei pressi degli impianti da sci e tra i filmati e le spiegazioni delle esperte guide si potrà conoscere da vicino la vita di un animale che per troppi anni è stato ingiustamente perseguitato.


SPORT ESTIVI
In estate Viaggiano diviene un regno di pace e di tranquillità dove poter praticare una molteplicità di sport all’aria aperta. Il trekking ed il nordic walking sono le attività che riscuotono maggior successo, potendo essere praticati da tutti, indistintamente dalla preparazione atletica. Gli itinerari sono variegati e permettono di percorrere semplici sentieri di breve durata, oppure impegnativi trekking alla scoperta delle vette del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano – Val d’Agri – Lagonegrese.
Alcuni sentieri si possono percorrere anche in sella alla mountain bike o in groppa ad un cavallo, godendosi scorci meravigliosi e facendo attività fisica. Per i più appassionati un certo successo riscuote anche l’arrampicata sportiva.
Per ogni attività sportiva è possibile far riferimento alle esperte guide del posto che sono a disposizione per accompagnare i turisti in ogni tipo di escursione.


ARCHEOLOGIA NEL TERRITORIO DI VIGGIANO
La costruzione di oleodotti per trasportare il petrolio da Viggiano a Taranto ha permesso il rinvenimento di numerosi siti di interesse archeologico, testimoniando insediamenti in questo territorio già nella preistoria. Oltre 500 nuovi siti archeologici sono affiorati restituendo oggetti vari, appartenenti a diverse epoche storiche, dall’epoca romana all’Alto Mediovevo.


COSA VISITARE
Nel punto più alto del centro abitato di Viggiano, a 1.000 m.s.l.m. si ergeva un imponente castello costruito a difesa del territorio circostante.
Purtroppo col passare dei secoli cadde in rovina, anche in seguito ad un catastrofico evento sismico, e ad oggi rimangono solo parti delle mura e porzioni delle torri che danno l’idea della straordinaria mole della costruzione. Nel centro storico e nel territorio limitrofo, tra una lussureggiante vegetazione, si possono visitare diverse chiese di un certo interesse.


COME ARRIVARE
Viggiano dista circa 60 km da Potenza da dove si prende la strada statale 94, proseguendo quindi lungo la strada statale 598; si esce a Villa d’Agri e da lì si seguono le indicazioni per Viggiano e per la Montagna Grande di Viggiano.
Da Matera dista circa 150 km e la strada più comoda per arrivare fino a Viggiano è la SS 403 (Basentana), ricollegandosi poi con la SS 598. Se si proviene da Salerno conviene prendere l’autostrada A3 uscendo ad Atena Lucana, quindi prendere sempre la SS 598 fino a Villa d’Agri e da lì seguire le indicazioni per Viggiano.
 

Fonte: Rinaldo Porcarelli e concesso esclusivamente a Hotelfree.it
Photo by Panoramio fornite dai nostri utenti in caso di copyright segnalacelo
Hotel - b&b Italia - Italy travel

In collaborazione con: Penta Computer

Tutte le informazioni sono state segnalate dai diretti responsabili delle strutture alberghiere Hotelfree.it non si ritiene responsabile per il contenuto o eventuali variazioni di prezzo.