Dove Sei Hotelfree.it - Directory hotel b&b - AppartamentiHome » Basilicata » Itinerari & Guide » Comprensorio sciistico Sellata-Arioso, ideale anche in estate

Directory hotel italia

Directory guide turistiche Basilicata

Turismo - Potenza da Vedere

guida turistica Potenza

Comprensorio sciistico Sellata-Arioso, ideale anche in estate

Itinerario Comprensorio sciistico Sellata-Arioso, ideale anche in estate

Il comprensorio sciistico Sellata-Arioso è uno dei più grandi ed attrezzati comprensori sciistici della Basilicata, oltre ad offrire divertimento in inverno, è una località turistica apprezzata anche in estate.

Ricade in due distinti comuni che sono Abriola e Sasso di Castalda, entrambi in provincia di Potenza, da dove distano pochi chilometri. In realtà si tratta di due distinte aree sciistiche che però sono ben collegate l’una all’altra tramite efficienti impianti, così da diventare un unico comprensorio con 7 km di piste.

La Ski Area Sellata si trova nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano – Val d’Agri – Lagonegrese e permette di sciare in incantevoli luoghi sul Monte Pierfaone la cui vetta raggiunge i 1.737 metri di quota. 4 sono le piste a cui si può accedere in questa Ski Area alle quali se ne sommano altre 5 della Ski Area Arioso, nel comune di Sasso di Castalda. In totale garantiscono 7 km di piste, in linea di massima innevate grazie all’altitudine in cui si trovano.

E’ una delle migliori stazioni sciistiche di tutto il Sud Italia ed in aggiunta, facendo alcuni chilometri con la macchina, si possono agevolmente raggiungere le stazioni sciistiche di Volturino e Viaggiano, ampliando le possibilità di percorrere piste nuove e divertenti.
Le piste sono diversificate e danno la possibilità anche ai principianti e ai bambini di cimentarsi con questo sport. Alcune piste più ripide garantiscono il divertimento anche agli sciatori più esperti.


PARCO NAZIONALE DELL’APPENNINO LUCANO - VAL D’AGRI - LAGONEGRESE
Questo parco nazionale è di recente istituzione e la sua creazione risale solo al 2007, anche se la necessità di tutelare questa interessante area naturalistica si era già sentita diversi anni prima. Si estende per quasi 70.000 ettari lungo l’Appennino lucano e al suo interno ricadono ben 29 comuni e 9 comunità montane.

Il parco viene suddiviso in base all’antropizzazione, così nella zona 1 il grado di antropizzazione è pressoché nullo e l’interesse naturalistico è grande, nella zona 2 l’interesse naturalistico è rilevante ma non più elevato ed infine nella zona 3 l’antropizzazione è elevata ed il livello naturalistico è scarso, rimane il valore paesaggistico, storico e culturale di grande rilievo.

L’area del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano – Val d’Agri – Lagonegrese protegge impervie vette come quella del Volturino e del Monte Pierfaone, ma anche dolci pendii come quelli della Maddalena. Il paesaggio è vario, passando dalle cime frastagliate ai prati di alta quota, con specie vegetali di rara bellezza. Più in basso ci sono boschi misti di querce, faggi e conifere che offrono riparo a tanti animali come il lupo, il cinghiale, la volpe, l’istrice ed il tasso. In particolare bisogna segnalare la presenza della rara lontra, che ormai è difficilissimo incontrare lungo i corsi d’acqua italiani.


SELLATA–ARIOSO ANCHE IN ESTATE
Se in inverno è un vero paradiso sciistico posto nel profondo sud d’Italia, dove le piste per lo sci da discesa sono scarse, in estate diviene rinomata meta per passeggiate, tra faggi secolari e distese pianeggianti tempestate di variopinti fiori.
Alcuni punti di interesse naturalistico sono il Lago del Pantano, bacino lacustre di 150 ettari dato in gestione al WWF e dichiarato Riserva Naturale Regionale e le foreste regionali di Fossa Cupa e di Rifreddo, con splendidi esemplari di querce e faggi secolari.

Arrivando a Passo della Sellata si giunge a 1.255 metri di quota da cui proseguono ben 4 strade, percorribili in auto, da dove si possono raggiungere Abriola, Pignola, Arioso e Pierfaone. Oltre a queste panoramiche strade carrabili ci si può avventurare su sentieri che conducono fino al bosco di Rifreddo e al Santuario di Monteforte.

L’altopiano della Maddalena è un’altra di quelle mete molto gettonate in estate, apprezzate da chi ama il trekking, ma anche dagli amanti dei pic nic, visto che qui si trova un’area attrezzata. Boschi che offrono riparo dalla calura estiva si alternano a distese di prati dove giocare a pallone e prendere il sole in totale relax. In inverno il pianoro della Maddalena diventa suggestivo luogo per fare escursioni con le ciaspole o con gli sci da escursionismo, scoprendo paesaggi splendidi ricoperti da un soffice manto bianco.

Le passeggiate possono essere effettuate anche in sella a docili cavalli, accompagnati da guide esperte del posto che sapranno condurre il turista alla scoperta di un territorio ricco di storia, cultura e sapori genuini. Le escursioni a cavallo vengono concordate direttamente sul posto in base alla preparazione dei partecipanti, potendo così scegliere durata e difficoltà della passeggiata.


BIKE PARK
Ad allietare le estati ad Abriola ci pensa il bike park, unico nel suo genere in tutto il Sud Italia. Inaugurato nel 2010 è una novità assoluta per la Basilicata, nato dall’idea di alcuni amici appassionati di mountain bike. 5 differenti percorsi presentano ostacoli e difficoltà variabili, rendendo il bike park fruibile a tutti, dai principianti, ai più spericolati e perfino ai bambini. Le biciclette che vengono utilizzate sono studiate appositamente per compiere ripide discese, inoltre riescono ad ammortizzare le sollecitazioni provocate dai salti e dalle paraboliche.

In totale il circuito copre 8 km da percorrere rispettando poche e semplici regole, quali obbligo di protezioni di sicurezza e rispetto della segnaletica. All’ingresso del bike park è possibile noleggiare tutto l’occorrente, quali biciclette, caschi, parastinchi e quant’altro possa servire per divertirsi in totale sicurezza. Sfruttando gli impianti del Pierfaone, attrezzati con carrello porta bici, si giunge fino ad una certa quota e da lì è possibile catapultarsi giù per entusiasmanti discese, tra passerelle, paraboliche, panettoni ed altri tipi di ostacoli che fanno salire l’adrenalina.


SASSO DI CASTALDA
E’ il comune in cui ricade il comprensorio sciistico del Monte Arioso. Le sue origini sono antiche, infatti le prime notizie documentate risalgono già al 1068. Il piccolo centro abitato si presenta con l’aspetto tipico degli antichi borghi sorti attorno ad un castello ed infatti Sasso di Castalda si trova raggruppato ai piedi dell’antico castello, oggi rimasto un insieme di pochi ruderi. Il centro abitato è circondato da una corona di monti che sembrano quasi proteggere le case strette le une alle altre. Di un certo interesse sono la Chiesetta di Sant’Antonio, dove spicca una statua di S. Antonio tra Santa Filomena e Santa Caterina, risalente ai primi del ‘500 e la Chiesa dell’Immacolata, con un bel portale barocco ed un busto di Sant’Emidio della prima metà del ‘700.


ABRIOLA
E’ il comune della Ski Area Sellata, ubicato a ben 957 m.s.l.m.. Si presenta come un caratteristico paesino di montagna, incastonato tra costoni scoscesi e creste rocciose. Abriola dette i natali a due illustri artisti del 1600, ovvero Giovanni Todisco e Girolamo Todisco che lasciarono affreschi in alcune chiese del posto quali la Chiesa di S. Gerardo, la Chiesa dell’Annunziata ed il Santuario della Madonna di Monteforte.
 

Fonte: Rinaldo Porcarelli e concesso esclusivamente a Hotelfree.it
Photo by Panoramio fornite dai nostri utenti in caso di copyright segnalacelo
Hotel - b&b Italia - Italy travel

In collaborazione con: Penta Computer

Tutte le informazioni sono state segnalate dai diretti responsabili delle strutture alberghiere Hotelfree.it non si ritiene responsabile per il contenuto o eventuali variazioni di prezzo.