»  »  » 
Sestriere, ottimo per tutte le stagioni

Sestriere, ottimo per tutte le stagioni

- ADVERTISING -

Il Comune di Sestriere si trova nella provincia di Torino ed è considerato il più alto d’Italia (2.035 m.s.l.m.) e allo stesso tempo uno dei più “giovani” in quanto istituito solo nel 1935. I primi insediamenti di rilievo risalgono al 1930 quando, l’allora giovane Giovanni Agnelli, acquistò dei terreni per edificarci due grandi alberghi che fecero da apripista al settore turistico, tutt’oggi rinomato e ricercato.
Il Comune di Sestriere è situato sull’omonimo colle che collega due importanti vallate come la Val di Susa e la Val Chisone.

Intorno ad esso svettano imponenti e sempre innevate cime che superano i 3.000 metri di altitudine; proprio la posizione geografica in cui è situato il Comune rende il paesaggio unico e particolare.
L’estensione del territorio non è notevole (2.580 ettari) come del resto i circa 900 residenti, però la rinomata popolarità del posto fa sì che migliaia di turisti ogni anno affollino le vie e le piste da sci. Il Comune è costituito essenzialmente da 4 nuclei abitati: Sestriere Colle, Sestriere Borgata, Champlas du Col e Champlas Janvier.
A fronte di questa massiccia presenza di turisti sono stati costruiti hotel, alberghi e tantissime altre attività ricettive che riescono a garantire circa 6.000 posti letto.

Il comprensorio sciistico di Sestriere ricade all’interno della Via Lattea, e grazie ad una fitta rete di impianti di risalita riesce a collegarsi con altre 5 stazioni sciistiche per un totale di 400 km di piste (di cui una con illuminazione notturna). Non a caso sin dal 1967 le piste del Sestriere vengono scelte per gare di Coppa del Mondo di sci alpino; inoltre è anche stata sede dei mondiali del 1997 e addirittura ha ospitato i Giochi Olimpici e Paraolimpici Invernali del 2006.
Il comprensorio della Via Lattea, in cui sono comprese anche le località di Sestriere, Sansicario, Cesana, Claviere e la località francese di Montgenèvre, offre ben 140 piste, dotate di moderni ed efficienti impianti di risalita, per ridurre al minimo i tempi di attesa e garantire divertimento a tutta la famiglia. Ben 92 impianti collegano le varie località sciistiche tra loro, permettendo di sciare ogni giorno su nuove ed entusiasmanti piste.

La fama ed il prestigio maturato nel tempo, la posizione strategica e la presenza di numerose attività ricettive ha permesso a Sestriere di divenire una meta ambita sia in estate che in inverno. Sciare a Sestriere infatti non è sinonimo di stagione invernale bensì, con i ghiacciai perenni si ha la possibilità di praticare l’attività anche nel periodo estivo.
Oltre alle piste da discesa, nella località Monterotta si trovano 10 km di piste da sci di fondo. Inoltre, sempre nella stagione invernale, è possibile effettuare escursioni con le racchette da neve (ciaspole), sci alpinismo, arrampicata su cascate di ghiaccio e pattinaggio sul ghiaccio.
Sono anche presenti strutture che permettono di praticare sport interni in tutte le stagioni.

Tra essi troviamo un Fitness Center con possibilità di: body building, step, bodypump, stret-ching, spinning, tone up, squash, bot room, sauna, jacuzzi, u.v.a., idromassaggi e solarium.
Nel complesso sportivo della piscina comunale si trovano: vasca esterna a 3 corsie, vasca interna a 2 corsie, acqua fitness, solarium ed idromassaggi.
Nel palazzetto dello sport: pallavolo, calcio a 5, basket, tennis indoor, ping pong, e parete per arrampicata.

Nella bella stagione invece, oltre alle strutture coperte sopra citate è possibile praticare numerose altre attività all’aria aperta. Tra esse: escursioni in alta quota, arrampicata, vie ferrate, alpinismo, parapendio, rafting, canoraft, kayak, hydrospeed, tennis, pesca (anche sul lago naturale), bocce, trial, mountain-bike e mini golf. Inoltre si può usufruire del maneggio, della pista di atletica e di un rinomato campo da golf a 18 buche (67 par – 4.598 m) tra i più alti d’Europa.

La popolarità degli sport a Sestriere ha avuto nel corso degli anni una notevole attenzione verso i disabili tanto da aver predisposto impianti ed attrezzature idonei al fine di eliminare le inutili barriere architettoniche e rendere piacevole il soggiorno anche ai diversamente abili. Non a caso proprio a Sestriere si sono disputate con grande successo le Paraolimpiadi del 2006.

La popolarità che ha raggiunto questo luogo ha inevitabilmente portato alla nascita di prestigiosi negozi con articoli firmati, boutique d’alta moda, souvenir, enogastronomia, ristoranti, pub, cinema e discoteca. Resta comunque il fatto che il luogo non è solamente concepito per un turismo d’elite e pertanto la scelta è così vasta da essere alla portata di tutti.
Anche la scelta gastronomica è molto varia sia sulle piste da sci che nei tipici ristoranti.

Tra i piatti locali  si possono assaggiare: “polenta e salsicce”, “polenta concia”, con aggiunta di formaggio fuso, “bagna calda”, salsa fatta con aglio, olio e acciughe in accompagnamento alle verdure di stagione, “agnolotti di carne o verdure”, conditi con ragù o burro e salvia. Ad accompagnare la tradizione locale non possono mancare ottimi vini regionali come il Barbera, la Freisa e il Barolo.

Sotto il punto di vista artistico ed architettonico la città di Sestriere offre molto poco in quanto relativamente giovane.
Tra le attrazioni di maggior rilevanza troviamo la “cappella Regina Pacis”, costruita sul colle in memoria dei caduti della prima guerra mondiale, “l’obelisco napoleonico”, situato sul piazzale Kandahar, eretto nel 1921 per il centenario della strada napoleonica, la “chiesa Sant’Edoardo” voluta da Giovanni Agnelli in memoria del figlio scomparso nel 1935 a seguito di un incidente aereo, la “chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate”, “l’albero della vita”, una scultura di 13,5 metri composta da circa 2.000 lastre di vetro triangolari offerta in dono alla città durante l’inaugurazione dei Campionati del Mondo di sci del 1997.

Un soggiorno a Sestriere è pertanto un ottimo traguardo per moltissime persone che qui possono trovare, oltre alla cordialità della gente, relax e natura, tantissime possibilità di divertirsi e fare sport in qualsiasi periodo dell’anno.

Arrivare a Sestriere è relativamente semplice in quanto ben collegato sia su strada che su rotaia. Chi giunge in auto deve prendere l’autostrada A32 (Torino-Bardonecchia), uscire a Oulx e proseguire per 22 km; da Torino invece, prendere la SS 32 e passare per Pinerolo se non si vuol prendere l’autostrada.
Ben collegata è anche la rete ferroviaria in quanto nella Val di Susa passa l’internazionale Roma-Parigi. Sono poi presenti mezzi pubblici per gli spostamenti interni alle vallate.

Per chi proviene in aereo il punto di riferimento è l’aeroporto internazionale Torino Caselle che con un’ora di strada conduce poi a Sestriere.
 

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -