»  »  » 
Il Parco Faunistico più grande d Italia: Zoo Di Fasano

Il Parco Faunistico più grande d Italia: Zoo Di Fasano

Ai piedi delle colline della Selva di Fasano si torva lo Zoosafari: il più grande parco faunistico d'Italia che vanta il maggior numero di specie d'Europa. Si estende su una superficie di oltre 140 h di macchia mediterranea . Dal 1973 ad oggi il Parco si è sviluppato ed ampliato di anno in anno ospitando animali viventi dei 5 continenti. In questo parco gli animali vivono in libertà,senza sbarre o barriere e quindi è possibile ammirarli, fotografarli, filmarli nel loro ambiente.

Le varie zone sono visitabili con il Metrozoo su rotaie (Lago dei grandi mammiferi), con un trenino (zona dei primati) e col proprio mezzo, seguendo un percorso obbligato di cancelli elettronici per la sicurezza dei visitatori e, suppongo, degli animali (Leoni, tigri, orsi...) .

La zona più interessante è certamente questa dei GRANDI DELLA SAVANA, dove si passa accanto, chiusi in auto (vietato scendere), a tigri e leoni i quali stazionano un po' tristemente sotto gli alberi, mentre i piccoli e le 'puerpere' sono in cattività provvisoria in recinti speciali.

La zona più divertente, invece, soprattutto per i bambini, è quella che si percorre su un trenino super-protetto da inferriata, attraversando la zona delle SCIMMIE, che assaltano letteralmente il trenino con urli acuti e stridenti. A parte, in due recinti speciali, ci sono invece i babuini ed un gorilla, solo e molto triste, che sembra non apprezzare lo spazio a sua disposizione.

La zona più classica è il RETTILARIO (SALA TROPICALE), una tenso-struttura di 1000 mq,dove è possibile ammirare numerose varietà di pesci multiformi, tartarughe, ragni e serpenti, furetti, lepri-canguro e numerosi altri animali alloggiati in grandi bacheche di vetro,che permettono di vedere ogni movimento degli animali. Ci sono anche una piovra e qualche altra rarità impagliate.

Il parco è abbastanza ben tenuto e ben gestito, nemmeno le migliaia di persone che lo visitano tutti i giorni, soprattutto con l'arrivo della primavera, riescono a sporcarlo con rifiuti inutili. Onore al merito! All'ingresso si possono acquistare confezioni per provare a dar da mangiare ad alcuni animali, per tutti gli altri è tassativamente vietato.

La curiosità è forte e lo scenario molto particolare. Se siete animalisti convinti, beh, non ne uscirete poi così gioiosi. Per i bambini è un'occasione irripetibile e forse un modo per farli riflettere sul bene e sul male della natura 'contaminata' dall'uomo.

Annunci in zona