»  »  » 
Baia di Chia: paradiso dei surfisti

Baia di Chia: paradiso dei surfisti

- ADVERTISING -

Baia di Chia, chiamata anche semplicemente Chia, è una graziosa località turistica che sorge nella parte più meridionale della Sardegna.
E' una piccola frazione del comune di Domus de Maria, rinomata per le bellissime spiagge di sabbia bianca, l'acqua cristallina ed il paesaggio naturale che offre degli scorci indimenticabili. Baia di Chia è interessante anche dal punto di vista archeologico, infatti sull'isola Su Cardolinu sorgono le rovine dell'antica città di Bithia, storico nome di Chia.

Fu fondata tra il VII ed il VI secolo a.C. dai fenici, in seguito divenne città punica e romana, divenendo uno scalo marittimo strategico e di fondamentale importanza insieme alla vicina città di Nora. Nei secoli, per sfuggire alle frequenti incursioni degli arabi, Bithia si andò spopolando pian piano e nell'Alto Medioevo vide l'abbandono totale, con la popolazione che si rifugiò nell'entroterra. Per raggiungere la piccola isola Su Cardolinu (definita isola, ma in realtà si tratta di una penisola, in quanto è collegata alla terraferma da una stretta striscia di terra) si percorre un tratto sabbioso, compiendo una bella passeggiata per andare ad ammirare ciò che rimane dell'antica Bithia.

Ad oggi si possono ammirare sull'isolotto i resti del tophet, mentre molti oggetti sono stati rinvenuti in mare e visibili nel Museo archeologico di Domus de Maria; tra i vari reperti esposti ci sono statuette raffiguranti personaggi maschili e femminili, recipienti in ceramica, un candelabro proveniente dalla necropoli, vari vasi ed altre suppellettili che rendono la visita al museo molto interessante.

Nei mesi estivi è visitabile anche la Torre Spagnola, facente parte dell'antico sistema difensivo; all'interno sono esposte monete antiche, minerali e delle riproduzioni di bronzi nuragici provenienti dall'antica Bithia.

Baia di Chia è una località dove poter trascorrere le vacanze in un ambiente tranquillo, potendo scegliere tra lunghe distese sabbiose dotate di confort, quali bar, ristoranti, ombrelli e lettini, oppure appartate calette protette tra promontori rocciosi, dei gioiellini dove crogiolarsi al sole quasi in completa solitudine. Cala de sa musica è una di queste piccole e graziose spiaggette, raggiungibile solo via mare e completamente circondata da pareti rocciose ricoperte dalla vegetazione tipica della macchia mediterranea.

Il Porticciolo è una delle spiagge più apprezzate, costituita da sabbia bianca e racchiusa ad ovest dal promontorio di Chia e ad est da Su Cardolinu, poco indicata per chi non sa nuotare o a famigliole con bambini piccoli, in quanto l'acqua diventa subito profonda. Proseguendo si estende il lungo arenile di Sa Colonia che si protrae per circa un chilometro e culmina ai piedi del promontorio Monte Cogoni; nei pressi di Sa Colonia si trova anche lo stagno di Chia, frequentato da numerose specie di uccelli tra cui i magnifici fenicotteri rosa.

Una delle spiagge più affollate nei mesi di luglio ed agosto è Cala del Morto, che nonostante il nome poco rassicurante è un piccolo paradiso raggiungibile solamente a piedi attraverso una bella passeggiata tra la vegetazione della macchia mediterranea.

Poco distante si estende la spiaggia di Porto Campana, particolare per le sue dune di sabbia che la rendono alquanto affascinante.
Una delle più belle spiagge di tutta la costa sud della Sardegna è Su Giudeu che prende il nome dall'isoletta antistante; dagli abitanti del posto è conosciuta anche come spiaggia di S'Acqua Dulci.
Le grandi dune la rendono un luogo quasi incantato, talmente suggestivo da essere stato scelto per girare spot pubblicitari e film.
E' ben attrezzata, con diversi stabilimenti balneari dove affittare lettini ed ombrelloni.

Molto apprezzata dai turisti è anche Cala Cipolla, di ridotte dimensioni rispetto a S'Acqua Dulci, ma ugualmente bella; la macchina si lascia in un ampio parcheggio custodito e con una breve passeggiata si raggiunge Cala Cipolla.
Per chi ha voglia di fare un ulteriore camminata, da Cala Cipolla, in circa 20 minuti si arriva al faro di Capo Spartivento, uno dei punti più a sud della Sardegna; il paesaggio che si gode è unico e lo sguardo viene rapito dal blu del mare che si infrange sulle spiagge di Chia.
A Capo Spartivento stanno allestendo un piccolo hotel dotato di ogni confort nei locali che una volta ospitavano il guardiano del faro.

Per chi ama lo sport a Baia di Chia si possono praticare diversi sport acquatici, primo fra tutti il surf; moltissimi stabilimenti balneari sono attrezzati per noleggiare l'occorrente e danno anche la possibilità di prendere lezioni con maestri qualificati.

In alternativa Al Resort Chia Laguna, in località Spartivento, poco distante dalle dune di Porto Campana, è sorto il primo Pitch e Putt italiano costituito da 18 buche. Se si ama passeggiare in sella ad un cavallo, non c'è che l'imbarazzo della scelta fra le tante escursioni praticabili; belle passeggiate si possono effettuare lungo la costa, nell'entroterra e sui monti che circondano la zona di Chia, immergendosi nei profumi della macchia mediterranea.

Per una giornata all'insegna del divertimento di tutta la famiglia ci si può recare a Sarroch, raggiungibile in circa mezz'ora di macchina, dove al parco acquatico Blu Fan piscine, scivoli e molti altri giochi allieteranno le vacanze di grandi e piccini.

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -