»  »  » 
Auronzo di Cadore dove rilassarsi in mezzo al verde

Auronzo di Cadore dove rilassarsi in mezzo al verde

- ADVERTISING -
Il piccolo paese di Auronzo di Cadore si trova adagiato in una splendida vallata ricca di vegetazione, incorniciata dalle spettacolari cime delle Dolomiti.
Data la posizione in cui è sorto, il paese si estende per lungo per circa 8 chilometri, contando una popolazione di circa 4.000 abitanti.

Le sue origini sono lontane nel tempo, infatti sono stati rinvenuti scavi risalenti all'epoca romana e ad oggi questi ruderi del passato si mescolano a strutture di nuova costruzione costituendo un mix tra storia e modernità.
Il turismo è fiorente tanto in estate quanto in inverno, grazie alla presenza di buone strutture ricettive e sportive che rendono il soggiorno ad Auronzo di Cadore rilassante e allo stesso tempo divertente.

Negli anni '30 è stata costruita una diga innalzando uno sbarramento sul fiume Ansiei in modo da formare un piccolo bacino lacustre, il Lago di Santa Caterina, che con il tempo è stato sfruttato per scopi turistici trasformandolo in una spiaggia attrezzata.
Il paese di Auronzo è così affascinante tanto da aver incantato negli anni passati anche scrittori illustri, quali Giosuè Carducci, che ne decantò le bellezze naturalistiche.

Le magnifiche vette dolomitiche che sormontano il centro abitato sono tra le più note e suggestive di tutto l'arco alpino. Si possono infatti ammirare le Tre Cime di Lavaredo, i Cadini, la Croda dei Toni e il Corno del Doge che da sempre hanno attirato l'attenzione e l'interesse di scalatori da tutto il mondo e ancora ad oggi mantengono intatto tutto il loro fascino.

Auronzo conta ben 11 frazioni, di cui la più famosa è Misurina, posta ad un altitudine di ben 1754 metri e nota per il bellissimo lago da dove si gode una veduta mozzafiato sulle Tre Cime di Lavaredo.
Questo massiccio montuoso ricade per 3/4 nel comune di Auronzo ed una parte nel comune di Dobbiaco, già facente parte dell'Alto Adige.
Il lago è di origine naturale ed ha un perimetro di ben 2600 metri ed una profondità di circa 5 metri. In inverno si ghiaccia completamente ed è possibile passeggiarci sopra, mentre in estate diventa la piscina naturale per alcune specie di anatre selvatiche.
Nei dintorni del lago sorgono diverse strutture ricettive che garantiscono circa 500 posti letto; inoltre, proprio a ridosso della riva del lago, è presente un grande edificio adibito a casa di cura.
Misurina, grazie a delle favorevoli condizioni climatiche, contribuisce a curare patologie respiratorie, in particolare quelle dell'infanzia.
Tutto questo fa sì che qui sorge il più grande centro italiano per curare l'asma infantile.

Molte leggende sono sorte intorno a questo famoso lago, una addirittura è stata resa celebre da una canzone di Baglioni.
La leggenda così narra: "Misurina era una bimba capricciosa che viveva protetta nella mano del papà, che era sempre pronto ad esaudire ogni suo desiderio.
Un giorno il padre per regalare alla figlia lo specchio della Regina del Monte, viene punito e trasformato in montagna assistendo alla caduta della sua piccola dal palmo della mano; pianse, pianse così tanto che dalle sue lacrime si formarono fiumi che andarono a formare il lago, dove ancora riposano sul fondale Misurina e lo specchio."

A Misurina è possibile effettuare diversi sport tra cui sci da discesa, sci di fondo, pesca sportiva nel vicino laghetto di Antorno, proprio alle pendici delle Tre Cime di Lavaredo, e tennis grazie alla presenza di alcuni campi attrezzati.

Una curiosità: Misurina, ed in particolar modo il Rifugio Auronzo, sono stati protagonisti di molti arrivi di tappa del Giro d'Italia. La salita finale è molto impegnativa presentando pendenze che toccano addirittura il 19%! Anche il dislivello da percorrere è notevole, visto che si sale da Misurina, a quota 1760 e si arriva al rifugio che si trova a ben 2333 metri di altitudine.

Auronzo di Cadore. Questi luoghi sono pertanto molti rilevanti ai fini turistici in quanto si può abbinare una sana attività fisica al relax e alle cure.
Il luogo è ottimale sia in estate che in inverno e consigliabile a qualsiasi fascia di età.
- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche: