»  »  » 
Umbria jazz

Umbria jazz

- ADVERTISING -

L’Umbra Jazz nasce a Perugia nel 1973 dove la prima edizione riscosse moltissimo successo, sia per la novità della manifestazione che per il fatto che i concerti si spostavano ogni sera in una città diversa intorno al capoluogo umbro. Negli anni a venire subì degli alti e bassi a causa dell’organizzazione e di problematiche politiche che tendevano a polemizzare l’avvenimento e gli artisti.

Dopo alcuni anni di inattività, nel 1982 la manifestazione viene di nuovo riproposta con alcune novità interessanti e con l’appoggio di associazioni ed enti locali. Cambiano le organizzazioni ed alcuni anni dopo vengono messi a pagamento i concerti più importanti per cercare di selezionare il pubblico ed avere le risorse finanziarie.
Gli anni passano e l’Umbria Jazz diviene la più grande e seguita manifestazione del genere, con migliaia di visitatori al giorno ed artisti celebri.


DOVE E QUANDO SI SVOLGE UMBRIA JAZZ
L’Umbria Jazz di solito dura 10 giorni ed apre i battenti il venerdì intorno al 10 del mese di luglio.
Ogni anno viene pubblicato un ricco calendario di eventi (artisti ed eventi Umbria Jazz) con grandi nomi della musica e personaggi del settore.
I concerti più importanti vengono presentati presso l’Arena di Santa Giuliana e sono quelli che hanno il prezzo d’ingresso maggiore; per quelli minori si deve far riferimento al Teatro Morlacchi, proprio al centro della storica città di Perugia, e all’Oratorio Santa Cecilia.
Durante tutto l’arco della manifestazione, sin dal pomeriggio, vengono proposti concerti gratuiti da gruppi meno famosi e da itineranti non professionisti.
Questi sono disposti nell’area pedonale e nelle vie minori del centro storico di Perugia; in linea di massima viene molto utilizzata piazza IV Novembre ed i Giardini Carducci.


MUSICA PROPOSTA
Come intuibile dal nome della manifestazione, l’Umbria Jazz nasce proprio per diffondere e propagare la musica jazz, molto di moda negli anni ’70. Con il tempo però questo genere musicale viene affiancato anche da altri che li accompagnano fino ai giorni nostri. Al noto e conosciuto jazz ortodosso si aggiungono così blues, gospel, soul e qualche esibizione di pop-rock e musica latino-americana.
Sin dalle prime edizioni salgono sul palcoscenico grandi nomi della musica internazionale, sia del settore che pop-rock.
Tra essi ricordiamo: B.B. King, George Benson, Dee Dee Bridgewater, James Brown, Gary Burton, Vinicio Capossela, Eric Clapton, Natalie Cole, George Coleman, Phil Collins, Bill Evans, Gil Evans, Dizzy Gillespie, Elton John, Manhattan Transfer, Charles Mingus, Van Morrison, Carlos Santana, Simply Red, Sting, Cecil Taylor, James Taylor, Sarah Vaughan.


MANIFESTAZIONE UMBRIA JAZZ
Come già annunciato sono 3 i maggiori siti di Perugia in cui si possono assistere agli spettacoli. All’Arena di Santa Giuliana si esibiscono i nomi più famosi invitati alla manifestazione; il biglietto di ingresso varia molto a seconda della scelta della platea o delle gradinate. Nonostante l’ampia disponibilità di spazio è consigliabile prenotare in anticipo vista la grande richiesta soprattutto da parte dei veri appassionati del settore.

Molto più a misura di famiglia e di giovani sono invece gli spettacoli proposti nello splendido Teatro Morlacchi e all’Oratorio Santa Cecilia. A prezzi decisamente più modici, e a volte anche gratuiti, è possibile assistere ad altrettanti appuntamenti che riempiono i 10 giorni della manifestazione, con musica jazz autentica e generi musicali più popolari.

In questo arco di tempo l’intero centro storico di Perugia si riempie sin dal pomeriggio di appassionati e curiosi che vengono ad assistere agli spettacoli e agli stand allestiti per l’occasione. Corso Vannucci è decisamente la via più gettonata e che si presta meglio ad accogliere i migliaia di partecipanti. Da qui diparte una via minore che conduce ai Giardini Carducci in cui vengono proposti anche spettacoli minori e dilettantistici.

Tutta la città di Perugia è in festa durante l’Umbria Jazz e pertanto i negozi effettuano orario continuato fino a tarda notte, i locali si attrezzano con baracchini all’aperto e vengono anche allestiti chioschi e distributori di birra in alcuni angoli strategici della città. Le vie si popolano inoltre di bancarelle etniche e di artisti di strada che qui vengono ad esibirsi in piena libertà e in armonia con la manifestazione.
In pratica l’Umbria Jazz non è solo un appuntamento fisso per gli appassionati, bensì richiama a sé moltissima altra gente che vuol semplicemente passare una giornata diversa in compagnia di ottima musica e di un panorama storico-artistico come quello che la città di Perugia sa offrire.


COME ARRIVARE
Il punto di riferimento per questa manifestazione è la città di Perugia. Da qualsiasi parte si sopraggiunga bisogna sempre dirigersi verso il centro facendo attenzione a non oltrepassare la zona a traffico limitato (ZTL). Proprio nei pressi di questo limite sono a disposizione dei parcheggi a pagamento e tramite un percorso a scale mobili è possibile raggiungere il centro camminando negli splendidi sotterranei di antichi palazzi storici.


CONSIGLI UTILI PER L'UMBRIA JAZZ
Per chi volesse soggiornare almeno una notte in città si consiglia di prenotare in anticipo al fine di poter trovare un posto libero. Lo stesso vale per chi volesse usufruire dei ristoranti del centro in quanto l’afflusso è veramente intenso di visitatori.
Se si vuol evitare il traffico nei pressi del centro ed essere sicuri di trovare parcheggio si consiglia di arrivare nel primo pomeriggio, specialmente nei giorni di sabato e domenica, ovvero quelli maggiormente affollati.
 

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -