»  »  » 
Porto Torres e le sue splendide spiagge bianche

Porto Torres e le sue splendide spiagge bianche

Porto Torres comune della Sardegna che grazie alle splendide spiagge e acque limpide si sta affermando sempre più come località turistica guarda che foto
- ADVERTISING -

Porto Torres è un comune della Sardegna che conta poco più di 22.000 abitanti. Si trova nella parte nord-occidentale dell’isola, all’interno dell’incantevole Golfo dell’Asinara, godendo di una posizione privilegiata per i collegamenti con la Corsica, la Francia e la Spagna.

Il Porto di Porto Torres

Non a caso Porto Torres ha il porto più grande di tutta la Sardegna ed uno dei più importanti per quanto riguarda il trasporto delle merci.

Spiaggia Porto Torres (Balai)

Da alcuni anni si sta affermando sempre più come località turistica, grazie alle splendide spiagge lambite da acque limpide e alla posizione che pone Porto Torres a soli 30 km di distanza dalla famosissima spiaggia di Stintino, 35 km da Alghero e soli 19 km da Sassari.
L’isola dell’Asinara, un tempo sede di un carcere ma divenuto ormai da diversi anni Parco Nazionale, è il vero motore trainante del turismo nella zona di Porto Torres.

Torre Aragonese - Porto Torres - Foto: F Bellisario Panoramio

Le spiagge di Porto Torres

Nei pressi di Porto Torres è possibile crogiolarsi al sole in diverse spiaggette dotate di stabilimenti balneari, bar, servizi igienici ed altri servizi utili per concedersi vacanze all’insegna del relax. Subito all’inizio del lungomare della città si incontra la spiaggia della Renaredda, una striscia sottile lambita da acqua verde chiaro.

Porto Torres, Spiaggia della Renaredda - Foto: G. Ruggiu Panoramio

Proseguendo la passeggiata, sempre nei pressi del centro abitato, si incontra la spiaggia dello Scogliolungo, caratterizzata da un lungo scoglio semisommerso che si estende al largo della costa. Un altro particolare che contraddistingue questa spiaggia è la statua di un delfino posta su di una roccia in mezzo al mare.

Spiaggia Scogliolungo - Foto: G. Ruggiu Panoramio

Altro lido cittadino è la spiaggia delle Acque Dolci, costruita artificialmente solo alcuni anni fa. Prima di tale sistemazione vi erano presenti solo rocce, mentre ora è una spiaggia dotata di tutti i servizi utili, nonché una passerella per disabili per agevolare l’accesso anche ai diversamente abili.

Spiaggia delle Acque Dolci

Altre due spiagge suggestive nei dintorni di Porto Torres sono la spiaggia di Balai, protetta all’interno di un’insenatura riparata dai venti e costituita per un tratto da sassi ed in parte da sabbia, e la spiaggia di Platamona, lungo litorale sabbioso largo tra 10 e 25 metri. In particolare la spiaggia di Platamona è rimasta ancora intatta ed in alcuni punti presenta un sistema di dune che la rende affascinante e selvaggia.

La spiaggia di Balai - Foto: Juri Masoni Flickr

Questo tratto di costa ha visto un boom turistico eccezionale, con la nascita di alberghi, ristoranti, bar, pizzerie, un centro commerciale, un parco acquatico ed un campo di volo per ultraleggeri.

Spiaggia Platamona

Oltre a queste spiagge attrezzate e molto frequentate dai turisti, ci sono piccole ed appartate calette lungo tutto il litorale, spostandosi solo alcuni chilometri dalla città.

Cosa vedere a Porto Torres

Porto Torres non è solo spiagge e natura, bensì permette di compiere visite molto interessanti in alcuni siti archeologici di grande interesse. Il Monte Agellu ed il Turris Libisonis sono due siti risalenti al periodo romano dove poter osservare i resti delle antiche terme.

Ponte Romano sul rio Mannu - Foto: G. Fois Flickr

Molto interessante anche il Ponte Romano sul rio Mannu, caratterizzato da sette arcate a sesto ribassato. Tra i resti prenuragici di maggior interesse bisogna menzionare l’altare preistorico di Monte d’Accoddi, uno ziggurat megalitico sulla cui sommità si pensa si svolgessero dei riti sacri e dei sacrifici.

Visitando Porto Torres è doveroso non lasciarsi sfuggire la stupenda Basilica di San Gavino, intitolata al santo patrono della città.

Basilica di San Gavino - Foto: Anna & Michal Flickr

Fu eretta a partire dal 1060 in stile romanico e viene considerata uno dei monumenti romanici più belli di tutta l’isola. Nella cripta si possono venerare le reliquie dei tre martiri cristiani, San Gavino, Proto e Gianuario.

Il Parco Nazionale dell’Asinara

Il Parco Nazionale dell’Asinara è stato istituito nel 1997 per tutelare e salvaguardare un patrimonio naturalistico di estrema bellezza ed importanza.
Per lungo tempo l’Asinara si è trovata in una situazione di isolamento, prima perché fu sede di un lazzaretto ed in seguito perché vi fu creato un carcere di massima sicurezza.

Parco Nazionale dell’Asinara

Queste vicende storiche hanno fatto si che la natura sia rimasta inviolata per molto tempo ed in anni recenti si è sentita la necessità di tutelare questo patrimonio naturalistico. Le coste si presentano alte e frastagliate, intervallate da piccole calette sabbiose mentre le acque sono cristalline e pullulano di pesci di varie specie.

Come arrivare a Porto Torres

Porto Torres è ben collegata con altri importanti centri sardi, e grazie alla presenza di un efficiente porto è comodamente raggiungibile da Genova, Marsiglia, Tolone ed Ajaccio.
Se si arriva in auto, con ogni probabilità si percorrerà la SS 131 che taglia longitudinalmente la Sardegna giungendo fino a Cagliari.
Porto Torres può essere raggiunto anche con i mezzi pubblici tramite diversi autobus che lo collegano con le principali città della Sardegna e la presenza della stazione ferroviaria. L’estrema vicinanza con Alghero permette un facile accesso anche attraverso l’aeroporto di Fertilia.

Video Porto Torres, ripresa da un drone!!

Se ti vuoi rendere conto del tipo di paesaggio che regala Porto Torres non ti puoi perdere questo suggestivo video, che riprende Porto Torres dall’alto tramite l’uso di un drone 

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -