»  »  » 
In gita a Lanciano

In gita a Lanciano

- ADVERTISING -

Lanciano è un comune di circa 36.000 abitanti, sito in provincia di Chieti. Il territorio in cui si estende è per lo più collinare ed abbraccia un lembo di terra che va dal mare fino alle pendici della Maiella. Il territorio di Lanciano fu abitato fin dalla preistoria e ciò è testimoniato da reperti rinvenuti che attestano antichi insediamenti neolitici, datati V millennio a.C..
 

BREVI  CENNI STORICI SU LANCIANO
Secondo un’antica leggenda la città fu fondata da un profugo troiano, un certo Solima, che insieme ad Enea giunse in Italia e diede vita a quella che chiamò Anxanon o Anxia. Riguardo a queste vicende non si hanno testimonianze storiche, ma ciò che è certo è la presenza di un insediamento già nel XII secolo a.C..
Lanciano avrebbe ricoperto un notevole ruolo strategico nei traffici tra il nord ed il sud della penisola italica, inoltre la sua posizione, nei pressi del mare ma allo stesso tempo su di un’altura di una collina, avrebbe permesso sicurezza e facilità nel compiere scambi commerciali. Al giorno d’oggi Lanciano è un vivace centro urbano, ricco di servizi ed infrastrutture, divenuto negli anni un po’ un punto di riferimento per tutti gli abitanti delle zone limitrofe.
 

COSA VEDERE A LANCIANO
Il centro di Lanciano è molto grazioso e ricco di monumenti con una certa valenza storica. Inoltre oggi Lanciano è visitatissima soprattutto per motivi religiosi, infatti qui accorrono fedeli provenienti da tutte le parti d’Italia per far visita al santuario dove è custodita l’ostia che si tramutò in carne.
Nella Chiesa di San Francesco sono esposte le reliquie del più antico Miracolo Eucaristico che la Chiesa Cattolica annoveri ed ogni anno fedeli provenienti anche da stati esteri affollano questo edificio sacro per pregare e chiedere grazie di fronte a questa straordinaria reliquia.

Per scoprire la bellezze di Lanciano si può cominciare la visita dalla piazza principale, dove si affaccia la splendida Basilica della Madonna del Ponte. Questo edificio sacro vede la sua storia strettamente correlata con quella del Ponte di Diocleziano, infatti un lato della chiesa poggia proprio sopra di esso.
Il Ponte di Diocleziano è molto antico, infatti la sua costruzione risale al III secolo d.C., ma negli anni subì dei crolli e dei rifacimenti che lo portarono ad assumere la struttura attuale.

Oggi lo si può ammirare con le sue splendide arcate e le due torri che lo delimitano, quasi incorniciandolo. Inizialmente era stretto e destinato al transito solo pedonale, poi nel XVI secolo venne ampliato per permettere il passaggio anche di carri e carrozze. Nel 1088 il ponte venne ristrutturato e durante questi lavori venne alla luce una statuetta della Madonna col Bambino, subito ribattezzata Madonna del Ponte ed in onore della quale fu costruita una piccola edicola a ridosso di esso. Col tempo i pellegrinaggi per vedere la statua ritenuta miracolosa si intensificarono e così la piccola chiesetta venne pian piano trasformata nella Basilica che si può ammirare oggi.
La Chiesa della Madonna del Ponte è in stile neoclassico, con alcune decorazione di gusto rococò. L’interno presenta un’unica navata e delle cupole splendidamente affrescate, mentre al centro dell’altare maggiore si può osservare la statua della Madonna del Ponte.

Un’altra importante e bella chiesa di Lanciano è quella dedicata a Santa Maria Maggiore, ritenuta uno dei monumenti religiosi più interessanti d’Abruzzo. Fu eretta nel 1227 secondo uno stile borgognone-cistercense, ma nel corso del 1500 fu ampiamente modificata secondo il gusto barocco. A partire dal 1968 fu restaurata cercando di riportarla al suo stile originario e così ad oggi è divenuta uno dei principali edifici rappresentante quello stile architettonico. Altre chiese di un certo valore artistico sono la già menzionata Chiesa di San Francesco, l’ex Convento di Sant’Agostino in Via dei Frentani e la Chiesa di Santa Croce, anche questa situata nell’omonima via dell’ex convento.

La lunga storia di Lanciano si può leggere anche osservando le porte rimaste, simbolo dell’antica fortificazione della città e della cinta muraria praticamente sparita in seguito all’ampliamento del centro storico. La Porta Diocleziana e la Porta San Biagio sono le meglio conservate e tra le poche superstiti delle nove che dovevano trovarsi lungo tutto il perimetro della cinta muraria. Tra i pochi altri resti delle mura si possono ancora scorgere alcune antiche torri, oggi inglobate in altri edifici limitrofi.
Un angolo molto caratteristico di Lanciano è rappresentato dalle botteghe medievali site in Via dei Frentani. Si tratta di alcune costruzioni risalenti al 1400 dove si può ancora osservare la suddivisione tra il piano cosiddetto nobiliare, ovvero dove ci si abitava e la bottega sottostante dove si svolgeva il proprio mestiere.
Oltre agli edifici esposti, passeggiando per le vie si potranno ammirare delle splendide facciate di antichi palazzi, ad oggi inglobati perfettamente tra gli splendidi negozi del centro storico.
 

SVAGO E SHOPPING
Lanciano è una cittadina vivace e moderna, dove oltre a un tour culturale si potrà abbinare una piacevole passeggiata lungo il corso principale ricco di negozi, bar e pub.
Se si è amanti della montagna e delle attività all’aria aperta vale la pena spostarsi di pochi chilometri da Lanciano per inoltrarsi nel regno della Maiella, montagna che sa offrire molto ai suoi avventori. Mentre se si preferisce di più il mare nessun problema, Lanciano dista pochi minuti dall’Adriatico, dove si potranno trovare stabilimenti attrezzati, chioschi, bar e diversi locali notturni aperti per la maggior parte nel periodo estivo.
 

COME ARRIVARE A LANCIANO
Arrivare a Lanciano è estremamente semplice in quanto si trova a ridosso del mare e poco distante dell’uscita autostradale dell’A14.
 

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -