»  »  » 
Guardiagrele, la città di pietra

Guardiagrele, la città di pietra

- ADVERTISING -

Guardiagrele è un piccolo comune italiano di nemmeno 10.000 abitanti, adagiato alle pendici del massiccio della Maiella. Ricade in provincia di Chieti ed ha un centro storico così caratteristico da essere stato inserito nella lista dei “borghi più belli d’Italia”.

Tutto intorno al centro abitato di Guardiagrele si estendono boschi, pareti rocciose e verdeggianti valli. Guardiagrele ospita la sede del Parco Nazionale della Maiella ed anche per questo si pone come punto strategico per scoprire in alcuni giorni questa splendida zona dell’Abruzzo.
Oltre alle attrazioni naturali e quindi alla possibilità di praticare svariati sport all’aria aperta, Guardiagrele è molto interessante da visitare, offrendo scorci suggestivi nel suo grazioso centro storico.
 

COSA VISITARE A GUARDIAGRELE
Il centro storico di Guardiagrele è di impronta medievale ed ancora sono visibili in vari punti le antiche mura nate per difendere la città e le torri che venivano utilizzate come punti di avvistamento.
Passeggiando per le vie si potranno scorgere la Porta San Giovanni, la Porta San Pietro e la Porta del Vento, testimonianze dell’antico passato di Guardiagrele. Decisamente più numerose sono le torri che ancora svettano in città e delle quali si farà una breve descrizione.

Torrione Orsini
E’ uno degli emblemi della città e prende il nome dalla famiglia che la fece modificare per ultima, ovvero gli Orsini. Anticamente questa torre fu costruita durante il periodo longobardo, ma non vi sono elementi nella struttura che rimandino a quell’epoca. Nel corso dei secoli si susseguirono le modifiche ed in ultimo la famiglia Orsini le diede questo aspetto massiccio. Ad oggi è caratteristica la sua sommità diroccata.

Torre Adriana
E’ una torre cilindrica posta nella parte settentrionale delle mura di cinta.

Torre Stella
E’ l’unica torre perimetrale di forma circolare insieme alla Torre Adriana. E’ chiamata così in quanto nella muratura vi è lo stemma della famiglia Stella.

Torre San Pietro
Si trova nei pressi dell’omonima porta e pare sia stata parte del campanile del monastero celestiniano di San Pietro. Si presenta a base quadrata e su un lato vi è riportata la data 1438, anno in cui il complesso monastico fu rinnovato.

Torre del Gastaldo
E’ così chiamata in quanto secondo la tradizione qui dimorava il gastaldo longobardo. In realtà non si sono trovate tracce di una costruzione così antica, bensì più probabilmente è di epoca medievale, costruita come casa-torre fortificata.

Torre dell’acquedotto
La struttura attuale è recente, in quanto l’antica torre fu fatta esplodere dai Tedeschi durante il secondo conflitto mondiale.
 

CHIESE A GUARDIAGRELE
Guardiagrele presenta alcune interessante chiese, scrigni di tesori artistici realizzati nel corso di svariati secoli. Tra tutte la principale e la più imponente è indubbiamente il Duomo che valse a Guardiagrele il soprannome di “città di pietra”.

Duomo di Santa Maria Maggiore
Appena lo si osserva colpisce immediatamente la facciata, occupata per la maggior parte dall’imponente campanile. La struttura è realizzata con pietra della Maiella ed inizialmente qui vi doveva essere una piccola chiesa cimiteriale. Col passare dei secoli si rese necessario un ampliamento della precedente struttura e per poter compiere ciò venne sopraelevato il presbiterio e costruita una grande volta che scavalcava Via dei Cavalieri.
L’interno si presenta con un’unica navata ed è stato evidentemente rimaneggiato più volte. Oggi prevale uno stile barocco nei ricchi decori che abbelliscono la chiesa al suo interno.

Chiesa di San Francesco
La struttura originaria è molto antica, infatti risale al 1276 quando fu costruita in sostituzione di un’altra piccola chiesetta. Ciò che colpisce maggiormente in questo edificio religioso è il ricco portale gotico, realizzato probabilmente dalla scuola trecentesca di Nicola Mancino.

Chiesa di San Nicola di Bari
Si tratta con ogni probabilità della chiesa più antica della città, infatti pare sia stata eretta nel IV secolo dove un tempo sorgeva un antico tempio pagano in onore di Giove. L’esterno in seguito fu intonacato ed anche l’interno subì diversi rimaneggiamenti.

Chiesa di San Silvestro
Anche questa chiesa pare sia stata eretta sui resti di un antico tempio pagano dedicato alla Dea Diana. Presenta una facciata in parte ancora in pietra ed in parte intonacata. Di un certo interesse è il portale tardo rinascimentale.

Convento dei Cappuccini
Questo convento è adiacente alla piccola chiesa di Santa Maria del Popolo e gli elementi di maggior spicco sono il grazioso chiostro con al centro un pozzo in pietra ed alcuni dipinti che si possono ammirare all’interno della chiesa.

Chiesa di San Rocco
L’interno di questa chiesa è prevalentemente in stile barocco e tra i dipinti spicca la Madonna del Latte realizzata da Nicola Ranieri.

Chiesa di Santa Maria del Carmine
La chiesa fu rimaneggiata più volte ed in ultimo i più recenti lavori furono eseguiti agli inizi del 1900. Esternamente presenta dei richiami allo stile liberty, mentre l’interno è di chiaro stampo barocco.

Chiesa di Santa Chiara
Un tempo faceva parte di un complesso monastico di clarisse e secondo alcuni avrebbe un’origine anche molto antica, facendola risalire addirittura al 1200.
In realtà riguardo a quest’ultima ipotesi non si hanno prove certe. All’interno si possono ammirare diversi interessanti dipinti realizzati tra il 1700 ed il 1800 ed uno stupendo pulpito in legno intarsiato. All’esterno ciò che colpisce è l’interessante portale realizzato nel 1927.

Chiesa di San Donato
La facciata esterna appare divisa in due livelli, mentre l’interno presenta un’unica navata che subì gravi danni in seguito ad un terremoto. All’interno molto interessante è un dipinto raffigurante San Donato, posto al di sopra dell’altare maggiore.

 

MUSEI A GUARDIAGRELE
Gli abitanti di Guardiagrele sono molto legati alle loro tradizioni e ciò lo si può ben percepire visitando i diversi musei nati in città per far riscoprire l’artigianato tipico e gli usi ed i costumi di questa terra.

Museo del costume e della tradizione della nostra gente
All’interno si possono osservare oggetti del 1800 e del 1900, usati nella quotidianità dagli abitanti di Guardiagrele. Il museo si trova nei pressi del chiostro di San Francesco e tra le sale si possono vedere ricostruite una cucina tipica di fine ‘800 con utensili vari, gli strumenti utilizzati dalle donne per la filatura e la tessitura, e vari attrezzi impiegati dagli uomini per svolgere diverse attività. Una sezione molto interessante è quella che riguarda gli abiti femminili in voga in quegli anni e i gioielli.

Museo del Duomo
Fu istituito nel 1988 e venne collocato nelle tre stanze della cripta medievale. Al suo interno si possono ammirare vari oggetti che si sono salvati dal terribile terremoto del 1703, come reliquiari e sculture.

Museo Archeologico
Poco distante dal centro abitato di Guardiagrele, in una località chiamata Comino, furono rinvenuti interessanti reperti archeologici, in un’area che si rivelò un’antica necropoli. Gli oggetti rinvenuti in quest’area furono datati X - III secolo a.C. e furono collocati in un apposito museo nato nel 1999 in Piazza San Francesco. Nelle sale espositive si possono ammirare vari corredi funebri, vasellame, armi ed ornamenti.

Museo dell’artigianato artistico abruzzese
Questo museo è stato inaugurato nel 2006 e si trova all’interno del Palazzo dell’Artigianato. Tra le sale espositive si possono osservare dei capolavori realizzati in ceramica, a tombolo, in rame, in legno e splendidi gioielli nati dalle sapienti mani dei maestri orafi abruzzesi. L’artigianato è talmente importante per Guardiagrele tanto che tra il 1° ed il 20 agosto di ogni anno si svolge una Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese che richiama turisti da varie parti d’Italia.

 

COME ARRIVARE A GUARDIAGRELE
Guardiagrele si trova nell’entroterra abruzzese e pertanto raggiungibile solamente su strada. Dall’A14 uscire a Pescara Ovest/Chieti, se si proviene da nord, ed immettersi sull’Asse Attrezzato in direzione di Chieti, prendere la SS 81 in direzione di Guardiagrele, mentre se si proviene da sud uscire a Val di Sangro, seguire la direzione Villa S. Maria, prendere la SS 652 e continuare sulla SS 81 in direzione Guardiagrele.
La stazione ferroviaria più vicina è quella di Lanciano mentre l’aeroporto di riferimento è quello di Pescara.
 

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -