»  »  » 
Lago di Campotosto – immersi nella natura incontaminata

Lago di Campotosto – immersi nella natura incontaminata

- ADVERTISING -
Campotosto è un piccolo borgo di montagna, situato nel cuore dell’Abruzzo, a 1.420 metri di altitudine.
Il piccolo comune di Campotosto è conosciuto più che altro per lo splendido lago che poco dista dal centro abitato.
Il lago si trova a quota 1.313 m.s.l.m. ed è compreso all’interno del Parco Nazionale Gran Sasso – Monti della Laga, inoltre tutta la zona circostante, per l’importanza della flora e della fauna lacustri ivi presenti, è dichiarata Riserva naturale.

Si tratta di una lago di origine artificiale, creato tra gli anni ’30 e ’40 per scopi di lucro, al fine di produrre e vendere l’energia elettrica. Prima nella zona c’era una vasta depressione dove i pastori portavano al pascolo le loro greggi, finché non si scoprì che vi era un ricco giacimento di torba, e così ne cominciò l’estrazione.

La torbiera restò in funzione fino al 1924, quando si decise di chiuderla in quanto il mercato della torba non presentava più grandi sbocchi. Nel 1939-40 cominciarono la costruzione della diga per sbarrare il corso del fiume ed in poco tempo si andò a creare quell’invaso artificiale che oggi offre rifugio e cibo a numerose specie di uccelli stanziali e di passo.

Il lago di Campotosto è un piccolo gioiello incastonato tra i verdeggianti Monti della Laga e gli aspri versanti rocciosi del Gran Sasso.
In ogni stagione dell’anno si veste di colori diversi, per offrire un paesaggio sempre nuovo ai tanti turisti che vi si recano in cerca di tranquillità e contatto con la natura.

Durante l’inverno il lago ghiaccia completamente, regalando suggestivi scorci di un paesaggio silenzioso, quasi immobile. Il lungolago è percorribile completamente ed in inverno alcuni tratti vengono attrezzati per praticare lo sci di fondo. Nulla vieta di fare splendidi fuori pista percorrendo luoghi incantati e godendo di ottime giornate.

I 40 km di strada che costeggia il lago, in estate diviene meta molto ambita per lunghe passeggiate rilassanti, sia a piedi che in mountain bike, con possibilità di approfittare di alcune scorciatoie, se si vuol fare il giro completo del lago, ma non si è proprio in piena forma fisica. Ad esempio, all’altezza del Ponte delle Stecche, si trova un attraversamento, in corrispondenza del punto più stretto del lago, così si evita di fare il giro completo, ma giungendo ugualmente sull’altra riva.

La natura è rigogliosa e gli amanti del bird watching qui troveranno un vero paradiso naturalistico, soprattutto nei periodi della migrazione numerose specie di uccelli fanno tappa per riposarsi, regalando emozionanti incontri a tutti i pazienti scrutatori del lago.

Sul lago, durante la bella stagione, si possono praticare diversi divertenti sport come il windsurf, la canoa o la pesca sportiva, regalando giornate di svago e respirando l’aria buona di montagna. Proprio per questi motivi il luogo risulta ideale anche per bambini e famiglie che potranno rilassarsi senza essere condizionati dal traffico e dalla confusione.

Il lago di Campotosto è un luogo dove le tradizioni contadine sono particolarmente vive, tramandandosi di generazione in generazione, anche quelle culinarie. Tante le specialità abruzzesi da assaggiare, ma tra tutte bisogna ricordare le “mortadelle di Campotosto”, prodotte ancora come venivano lavorate un tempo, a mano e con l’utilizzo di materie prime assolutamente genuine.
Nel dialetto locale, ed un po’ in tutto il centro Italia, sono conosciute con il nome di “coglioni di mulo”, per via della forma tipica che ha questo squisito insaccato.
La seconda domenica di agosto si svolge la Sagra della Mortadella, festa tipica dove tra musica e balli si mangia l’eccellente insaccato prodotto a Campotosto.

Tra i principali prodotti da assaggiare recandosi in vacanza al Lago di Campotosto, non possono mancare i porcini, prelibatezze raccolte nei boschi limitrofi, i pesci pescati al lago, sapientemente cucinati secondo antiche ricette ed il pecorino, prodotto da secoli in questa zona di montagna dove le greggi erano una delle poche ricchezze di questa umile gente.

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -