»  »  » 
Il Castello di Gradara

Il Castello di Gradara

- ADVERTISING -

Gradara è un grazioso comune delle Marche, situato a confine con la Romagna, e precisamente ricade nella provincia di Pesaro ed Urbino.
La posizione in cui sorge questo antico borgo medievale è alquanto suggestiva, infatti si erge su di una collinetta, tra ulivi e vigneti, e dista solo pochi chilometri dal mare da dove è visibile ad occhio nudo.
Gli abitanti di Gradara sono poco più di 5.000, ma sono abituati ad assistere ad un gran via vai di turisti, attratti soprattutto dalla splendida Rocca malatestiana e poi, una volta sul posto, non possono fare a meno di ammirare lo splendido borgo medievale.


COME ARRIVARE AL CASTELLO DI GRADARA
Raggiungere Gradara risulta agevole, in quanto l’autostrada A14 le passa pochi chilometri distante ed i collegamenti con i mezzi pubblici rispondono al meglio alle esigenze dei turisti che decidono di visitare questo luogo.
Da Pesaro e da Cattolica partono quotidianamente dei bus che collegano direttamente queste città con Gradara con diverse corse giornaliere.
Molto comodo è anche il treno che permette sempre di scendere a Cattolica o Pesaro e da lì proseguire con gli autobus sopra menzionati.
In ultimo c’è da dire che se si proviene da lontano si può prendere comodamente l’aereo e scegliere di atterrare in 4 distinti aeroporti, tutti poco distanti da Gradara.
Gli aeroporti di Rimini e di Ancona sono sicuramente i più vicini, in alternativa si può scegliere di sfruttare gli aeroporti di Forlì o di Bologna che distano rispettivamente 80 km e 150 km.


PREZZI ED ORARI DEL CASTELLO
Il Castello di Gradara rimane aperto tutto l’anno ad eccezione del 25 dicembre e del 1 gennaio. Il prezzo del biglietto non è molto alto e c’è la possibilità di avere delle riduzioni nel caso si rientri in alcune casistiche; sotto i 18 anni e sopra i 65 l’ingresso è addirittura gratuito.
Nel periodo primavera-estate vengono proposte visite guidate per agevolare gli ingressi a scaglioni; proprio per questo motivo è consigliabile prenotare in anticipo le visite anche se con l’aggiunta di un piccolo onere.
Grandi proposte invece sono disponibili per le scolaresche che possono abbinare la visita del castello al borgo di Gradara, al camminamento intorno alle mura e ai borghi circostanti. Tanti itinerari a tema per immergere i ragazzi nel fantastico mondo del medioevo.


CASTELLO
Il castello di Gradara sorge all’altezza di 142 m.s.l.m. proprio sopra il borgo di Gradara da cui appunto prende il nome. Le sue origini risalgono intorno al 1150 quanto originariamente fu eretto il torrione principale, ovvero il mastio di 30 metri che svetta all’interno delle mura; solo intorno al XIII-XIV secolo furono costruite le due cinte murarie volute dalla famiglia Malatesta. Proprio le vicende legate a questa famiglia e alla tragica storia di Paolo Malatesta e Francesca da Rimini, rendono ancor più celebre il castello di Gradara.

Nel corso dei secoli il castello fu protagonista di molti scontri militari e politici e proprio per questo motivo sempre al centro dell’attenzione, anche per la presenza di famiglie importanti come Sforza, Boria e Della Rovere. Solo nell’ultimo secolo si sono avvicendati dei lavori di ristrutturazione e risanamento che hanno portato il castello allo stato attuale, ovvero un gioiello di arte e architettura.

All’interno della cinta muraria sorge anche un’antica chiesa risalente al Trecento; la Chiesa di San Giovanni Battista. Una curiosità ad essa legata è il crocifisso custodito al suo interno che mostra 3 differenti volti di Cristo a seconda da quale parte lo si osservi.

Ad oggi è possibile visitare parte del castello e delle mura; l’ingresso a pagamento conduce direttamente nel cortile da cui si comprende subito la maestosità della costruzione. All’interno invece è possibile visitare alcune celebri stanze in cui si trovano pregiati arazzi, statue, quadri, dipinti ed altri oggetti d’epoca delle famiglie che l’hanno dominato. Nel mastio invece si trova il museo della tortura con l’esposizione di antichi strumenti di tortura da far rabbrividire la pelle.
Molto suggestivo è anche il camminamento tra le due cinta murarie che riporta indietro nel tempo e, tra rostri e merli, è possibile ammirare splendidi panorami, sia sul mare che nelle colline interne marchigiane, all’insegna di vigneti ed uliveti.


EVENTI AL CASTELLO DI GRADARA
Lo splendido castello di Gradara, perfettamente conservato, incurante dei secoli trascorsi, è la più grande attrazione di Gradara ed ogni anno vede numerosissimi visitatori lasciarsi affascinare dalla storia di Paolo e Francesca.
In diverse stagioni dell’anno diventa scenario per alcune manifestazioni di grande fascino e tra queste alcune si ripetono orami da diversi anni riscuotendo un gran successo di pubblico.

A febbraio, durante la settimana di San Valentino, si svolge “Gradara d’Amare” con iniziative culturali, danze e musiche medievali e visite guidate, il tutto per celebrare l’amor cortese sulla scia del mitico amore tra Paolo e Francesca.
Per tutta l’estate, da giugno a settembre, il castello si anima anche di notte, con visite guidate notturne che aumentano ancora di più il fascino e la suggestione di tale luogo. Il tutto viene allietato da musiche medievali e scene di vita quotidiana medievale, con spettacoli di mangiafuoco e degustazioni di prodotti tipici marchigiani e romagnoli.

Il terzo fine settimana di luglio avviene una rievocazione storica che ricorda l’assedio avvenuto nel 1446 da parte degli Sforza. Per tre giorni il castello si riempie di personaggi in costume d’epoca e tra fanti, arcieri e tanti altri personaggi sembrerà veramente di vivere in quel lontano passato.

Un’altra manifestazione molto carina e suggestiva viene proposta a dicembre e gennaio, in corrispondenza delle festività natalizie. Si chiama il “Castello di Natale” e per l’occasione la fortezza ospita mercatini e spettacoli natalizi, con musici itineranti, degustazioni, spettacoli teatrali e di burattini, concerti musicali e canori. Naturalmente non poteva mancare qualcosa di attinente con il presepe, così viene riproposta anche la venuta dei Re Magi, con un corteo suggestivo ed affascinante.

- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -