»  »  » 
Madonna Di Campiglio Vacanze Estive e Invernali

Madonna Di Campiglio Vacanze Estive e Invernali

- ADVERTISING -
Madonna di Campiglio è situata alla fine della Val Rendena si trova a 1550 metri circa sul livello del mare, all'interno dello splendido scenario delle Dolomiti del Brenta e del Parco dell'Adamello; la sua posizione privilegiata la rende luogo ideale per le vacanze sia invernali che estive.

Chi ama sciare potrà infatti trovare meravigliose piste innevate su più versanti facilmente raggiungibili con skilift, seggiovie e 3 cabinovie: Spinale, Pradalago e 5 Laghi. Qui si trova la pista 3-Tre gli appassionati lo sapranno sicuramente dove si disputano gare a livello mondiale e gare di slalom. In estate invece sulla pista pascolano le mucche e bazzicano gli escursionisti!

In estate appunto, Madonna di Campiglio offre numerosi sentieri adatti a tutti i tipi di escursionisti e "passeggiatori della domenica"; si va da quelli relativamente brevi e alla portata di tutti anche bambini e scansafatiche che però amano cercare un po' di tranquillità in mezzo alla natura e ai boschi fino a quelli decisamente impegnativi e poco adatti a chi non ha esperienza e allenamento.

Per quello che riguarda uno dei più facili, a chi dovesse trovarsi in zona di provare a percorrere il "Giro di Campiglio" (6 chilometri in totale) che si snoda per circa 2 ore nei boschi più bassi e a ridosso dell'abitato con leggeri saliscendi oppure, la breve escursione fino alla "Piazzetta dell'Imperatrice" Sissi, situata sul lato sinistro del Monte Spinale, con partenza dalla Chiesa e raggiungibile in mezz'ora circa.
L'arrivo potrebbe però deludere coloro che pensano di arrivare in un luogo caratterizzato da effigi o ricordi dedicati all'imperatrice che amava trascorrere proprio qui le sue vacanze; sicuramente la piazzola è dedicata a lei però deve essere presa per quel che è: una piazzola con 2 panchine, una fontanella e un cartello in legno con l'indicazione del luogo.

Oltre a sentieri e percorsi di livello medio-facile come il Lago Nambino (un'ora e trenta dalla piana di Patascoss), il Lago Pradalago (un'ora con una bella pendenza ma un affascinante percorso immerso nel bosco da Malga Zeledria, appena sopra Campo Carlo Magno), oppure il giro delle cascate Vallesinella ce ne sono altri più impegnativi come il giro dei 5 Laghi, i rifugi Sella, Tuckett e Brentei e molti altri.

Per quel che riguarda il paese in sé, è sicuramente l'isola pedonale su cui si affacciano negozi e bar una delle attrazioni maggiori; qui si possono incrociare negozi di souvenir, gioiellerie belle, bellissime e con prezzi un po' elevati, negozi di articoli sportivi e bar.

Partendo da Piazza Righi, proprio in centro e andando verso l'esterno del paese, i negozi vanno via via diradandosi per lasciare spazio a hotel e ristoranti di tutti i prezzi e le grandezze, con più o meno confort. Altre 2 piazzette si incontrano passeggiando: in una si tengono spettacoli all'aperto che richiamano la maggior parte dei turisti e funzionano come una calmita per i bambini mentre nella seconda piazzetta è più facile imbattersi in mercatini dai prezzi non molto invitanti ma dove si possono scovare articoli molto particolari.

Chi visita Madonna di Campiglio non si può lasciar sfuggire l'ampio parco dove, gioia e dolore dei genitori, si trovano molti giochi molto ben curati per bambini, molte panchine per fermarsi a riposare, leggere, prendere il sole, chiacchierare, campi di tennis in terra battuta, campi da bocce e uno chalet-bar che si affaccia sul laghetto artificiale anche qui circondato da panchine, tavoli da pic-nic……e pescatori.

Durante la stagione invernale il piccolo laghetto diventa una pista di pattinaggio dove poter scorrazzare.

La zona pedonale è ampiamente protetta da bellissime fioriere in legno piene di fiori colorati che però, all'arrivo dei pullman, ambulanze, pompieri o altri mezzi pubblici si aprono lasciando libero il passaggio. Nessuna paura però, la loro apertura è così lenta che nessuno rischia di essere investito; i mezzi sono infatti costretti ad aprirle a una distanza molto ravvicinata e attendere un'eternità prima che si aprano completamente.

In conclusione consigliato a tutti gli amanti della natura e delle escursioni questa perla delle Dolomiti; per non spendere molto però è meglio prenotare per tempo e scegliere hotel non proprio in centro.

Una nota particolare: spesso quando si viaggia con i bambini piccoli si cerca di prestare attenzione a ospedali, farmacie….beh, qui non c'è l'ospedale ma la guardia medica in paese, un pediatra che riceve ogni giorno anche i piccoli turisti e lo stesso pediatra riceve anche in un paese vicino e per fortuna, una farmacia dove in caso di malanno dei bimbi sanno dare ottimi consigli e fornire prodotti sia omeopatici che tradizionali.
- ADVERTISING -

Altri utenti hanno letto anche:

- ADVERTISING -

Annunci in zona

- ADVERTISING -