»  »  » 
Palmanova - La città stellata

Palmanova - La città stellata

La suggestiva cittadina di Palmanova, in provincia di Udine, ha la peculiarità di essere una delle poche città fortezza ancora esistenti. L’appellativo di “Città stellata” fa chiaramente riferimento alla sua struttura urbanistica, proprio a forma di stella con 9 punte.
E’ talmente particolare e ben conservato il suo centro abitato da essere stato dichiarato nel 1960 monumento nazionale.
Da alcuni anni si sta cercando di puntare sempre di più sul turismo, facendo leva sulla magnifica architettura delle mura e sulla storia che riguardò Palmanova.
Ad invogliare ulteriormente una visita alla città stellata sono anche le ridotte distanze dalle principali città, come Trieste, che dista circa 50 km, Udine che si trova ad appena 20 km e Gorizia che sorge a 28 km di distanza.

L’antico borgo nacque nel 1593 per volere dei veneziani, che costruirono Palmanova per rafforzare le difese del territorio friulano.
Da una parte c’era la necessità di arginare le scorrerie dei Turchi, mentre dall’altra si cercava di contrastare le mire espansionistiche degli Austriaci. Due concentriche cerchie di mura furono erette a protezione di tutto il centro abitato, pensato per lo più come macchina da guerra.

Ancora ad oggi le mura sono perfettamente visibili ed in eccellente stato di conservazione si trovano anche le tre porte monumentali che regolavano l’ingresso in città. Vista dall’alto si può ammirare la perfezione delle costruzioni e la regolarità della forma geometrica.

Il fulcro della città di Palmanova è la Piazza Grande, perfettamente esagonale. Su di essa si affacciano tutti i più importanti edifici cittadini e numerosi bar, trasformando l’elegante piazza nel salotto della città.
Il Duomo è uno degli edifici che svetta da Piazza Grande; fu eretto nel 1600 ed è custode di alcuni piccoli gioielli artistici tra i quali spiccano un bel pulpito sospeso, una Pala seicentesca, una piccola statua lignea della Madonna e l’organo posto nella cantoria.
Due musei sono particolarmente interessanti da visitare, per poter comprendere al meglio la complessa struttura urbana ed il sistema fortificatorio di Palmanova.

Il Museo Civico ed il Museo militare possono essere un buon punto di partenza per cominciare una visita alla città. Tra collezioni di armi, filmati sulla fortezza e documenti vari sembrerà veramente di fare un tuffo nel passato, immergendosi negli anni in cui Palmanova nacque a difesa di tutto il territorio friulano.

I periodi migliori dell’anno per visitare questa particolare città sono la primavera e l’estate, quando oltre ad apprezzare le bellezze architettoniche cittadine, si potranno gustare anche eventi eno-gastronomici o a sfondo storico.
Tra i vari appuntamenti bisogna ricordare a maggio l’allestimento di stand gastronomici che propongono prodotti di aziende locali, ciò all’interno della manifestazione “Sapori di Storia, Storia di Sapori”.

Durante tutti i mesi estivi, ovvero giugno, luglio ed agosto le serate si animano con musica, mostre d’arte, cinema all’aperto e degustazioni di vini, per offrire svago fino a tarda sera.
Nel mese di luglio si svolge anche una suggestiva Rievocazione storica che vede la partecipazione di numerosi figuranti.
In agosto è la volta della Mostra mercato di stampe antiche; praticamente in ogni periodo si cerca di allietare i momenti che i turisti trascorreranno a Palmanova!

Il ricco calendario di eventi si conclude a dicembre con “Palma on ice” che racchiude una serie di manifestazioni che si svolgono durante tutto il periodo delle feste natalizie.
Tra le attrattive maggiori a Palmanova che vengono allestite per questa occasione bisogna ricordare la pista per il pattinaggio su ghiaccio, la ruota panoramica e per il divertimento dei più piccini il trenino che percorre un boschetto artificiale che affascina sempre i piccoli visitatori.
 

Altri utenti hanno letto anche: